L O A D I N G

Novità

News dalla confederazione

Confsal Confederazione generale sindacati autonomi e lavoratori

Notizie dal web

La Previdenza La Previdenza - Quotidiano di informazione giuridica

Tutto Previdenza Ogni diritto non conosciuto è un diritto negato

  • Coronavirus: le indennità per i lavoratori; tabelle riassuntive
    by Paolo Zani on 28 Maggio 2020 at 16:47

    Nel n° 268 di Previdenza Flash troverete le tabelle riassuntive di tutte le indennità economiche previste dai vari decreti adottati per il Coronavirus. Tutti i numeri di Previdenza Flash li trovate qui

  • Indennizzo Covid19 per colf e badanti
    by Paolo Zani on 27 Maggio 2020 at 09:34

    Nell’ambito delle misure a sostegno del reddito per l’emergenza Coronavirus è stato istituito l’indennizzo per colf e badanti. Nel numero 267 di Previdenza Flash una nota esplicativa sul nuovo provvedimento. Tutti inumeri di Previdenza Flah li trovate qui. &nbsp

  • Il reddito di emergenza – REM
    by Paolo Zani on 24 Maggio 2020 at 15:55

    Nell’ambito delle misure a sostegno del reddito per l’emergenza Coronavirus è stato istituito il “Reddito di emergenza”. Nel numero 266 di Previdenza Flash una nota esplicativa sul nuovo provvedimento. Tutti inumeri di Previdenza Flah li trovate qui. &nbsp

  • La quattordicesima sulle pensioni: anno 2020
    by Paolo Zani on 22 Maggio 2020 at 09:45

    Anche quest’anno, dal 1° luglio p.v. sarà corrisposta dall’INPS, dall’INPDAP e dall’ENPALS  agli interessati la cosiddetta “quattordicesima” ovvero quella somma aggiuntiva annuale che il  decreto-legge 2 luglio 2007, n. 81 art. 5 comma 1 (convertito dalla legge n° 127/2007)  ha previsto in favore dei pensionati a basso reddito. La legge n° 232 del 11 dicembre [&hellip

  • Coronavirus: il decreto “rilancio” del maggio 2020
    by Paolo Zani on 15 Maggio 2020 at 10:02

    Nel n°264 di Previdenza Flash troverete una primissima lettura delle disposizioni in materia di lavoro ed ammortizzatori sociali contenuti nel “decreto rilancio”. Abbiamo lavorato su un testo non ufficiale in quanto il decreto deve ancora essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Tutti i numeri di Previdenza Flash li trovate qui

  • La ricongiunzione dei periodi assicurativi
    by Paolo Zani on 14 Maggio 2020 at 15:52

    La ricongiunzione dei periodi assicurativi è stata introdotta nel 1979 con la legge n° 29. Da allora tante cose sono cambiate ed è sempre meno di attualità e, spesso,  anche inutile. In alcuni casi, però, essa rimane ancora conveniente perché può dare diritto ad una pensione di importo davvero più elevato oppure perché consente di [&hellip

  • Assegno sociale.
    by Paolo Zani on 7 Maggio 2020 at 15:38

    Che cos’è l’assegno sociale? A chi spetta? Quali sono i limiti di reddito? Quali gli importi? Tutto quello che che avreste voluto sapere sull’assegno sociale lo trovate nel n° 262 di Previdenza Flash. Tutti i numeri di Previdenza Flash li trovate qui

  • Coronavirus e lavoratori contagiati: le risposte dell’INAIL
    by Paolo Zani on 18 Aprile 2020 at 15:52

    In seguito alla pubblicazione della circolare n. 13 del 3 aprile 2020, che ha fornito indicazioni sulle prestazioni garantite dall’Inail ai suoi assicurati in caso di infezione da nuovo Coronavirus di origine professionale, l’INAIL risponde alle domande più frequenti relative: all’accertamento medico-legale dei casi di contagio; alla tutela assicurativa alle prestazioni erogate dagli ambulatori Inail [&hellip

  • Anno 2020: importi NASPI, CIG, Fondo credito
    by Paolo Zani on 17 Aprile 2020 at 15:55

    Con circolare n. 20 del 10 febbraio 2020 l’INPS ha comunicato i nuovi importi dei trattamenti di disoccupazione AsPI Mini AsPI, cassa integrazione e di mobilità validi per il 2020. La tabella la trovate nel n° 260 di Previdenza Flash. Tutti i numeri di Previdenza Flash li trovate qui

  • COVIP-19 : la tutela INAIL in caso di contagio
    by Paolo Zani on 26 Marzo 2020 at 16:49

    Il decreto del 17 marzo 2020 “Cura Italia” prevede che  il personale sanitario  del settore pubblico o privato è tutelato dall’INAIL  contro il rischio di contagio da COVIP -19. Il contagio è considerato infortunio sul lavoro a tutti gli effetti  e quindi di competenza INAIL. Nel n° 259 di Previdenza Flash un approfondimento sul tema. [&hellip

Lavoro Lavoro RSS Feed

  • Legittime le sospensioni dei trattamenti pensionistici di anzianità anticipati per risparmi di spesa
    on 28 Maggio 2020 at 22:00

    Con l’ordinanza n. 94 del 2020 il Giudice delle leggi ha dichiarato la manifesta infondatezza, in riferimento all’art. 3 Cost., della questione di legittimità costituzionale dell’art. 59, commi 54 e 55, della legge 27 dicembre 1997, n. 449 e dell’art. 1 del decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale 30 marzo 1998, nella parte in cui hanno previsto la sospensione dei trattamenti pensionistici di anzianità anticipati rispetto all’età pensionabile o all’età prevista per la cessazione dal servizio dai singoli ordinamenti, poiché gli interventi di blocco dell’accesso ai trattamenti pensionistici di anzianità mirano a stabilizzare la spesa previdenziale, lasciando peraltro ferma la possibilità di chiedere la prosecuzione e il ripristino del rapporto d’impiego.

  • La sanificazione dei posti di lavoro tra procedure amministrative e obblighi giuridici
    on 27 Maggio 2020 at 22:00

    Per effetto dello stato di emergenza sanitaria da virus COVID – 19 dichiarato con Delibera del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020 a partire dal momento in cui in Italia sono stati registrati i primi casi di contagio, siamo stati letteralmente “sommersi” da una valanga di provvedimenti – decreti legge, decreti della presidenza del consiglio dei ministri, circolari dei vari enti coinvolti: INPS, INAIL, Ministero del Lavoro, Ispettorato Nazionale del Lavoro, Ministero della Salute, Agenzia delle Entrate, Ministero della Giustizia e così via. Il compito degli interpreti ai diversi livelli è stato principalmente quello di identificare le linee di orientamento utili per governare la fase di fermo di alcune delle attività (la maggioranza) così come quella di continuità per le attività che non si sono mai fermate. L’aspetto di maggiore rilevanza pratica che sta interessando ora la concreta ripresa nella Fase 2 è certamente quello diretto a comprendere le implicazioni derivanti dagli obblighi di sanificazione dei locali e, conseguentemente, di tutela della salute di lavoratori e dei terzi negli ambienti di lavoro. Al fine di orientare nell’analisi dei diversi provvedimenti può essere utile richiamare preliminarmente le disposizioni normative e regolamentari di maggiore rilevanza pratica per l’argomento qui in oggetto.

  • Gestione del rischio di contagio da COVID-19 in azienda: obblighi e responsabilità del datore di lavoro
    on 25 Maggio 2020 at 22:00

    Il riavvio delle attività produttive ha imposto necessariamente la riorganizzazione in azienda della gestione dei rischi per far fronte all’emergenza da Coronavirus. Onde garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori, i datori di lavoro nei mesi a venire sono chiamati a osservare un intricato sistema multi-fonte dato da decreti-legge, decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, linee guida e protocolli. Da più parti sono sorte legittime richieste tese a sapere se, rispettando scrupolosamente tutte le indicazioni impartite, il datore di lavoro resti indenne da responsabilità civile o penale qualora il dipendente contragga ugualmente la patologia.

  • La dottrina giuslavorista alla prova del Covid-19: la nuova questione sociale
    on 25 Maggio 2020 at 06:34

    Di seguito l’articolo del Prof. Garofalo, pubblicato su Il lavoro nella giurisprudenza n. 5/2020, Ipsoa, Milano. I riflessi della pandemia sul tessuto economico e produttivo del nostro Paese richiedono un ripensamento del diritto del lavoro chiamato a confrontarsi con la nuova questione sociale caratterizzata, a differenza di quella della fine del XIX secolo, dal coinvolgimento di più classi sociali. Urge avviare un dibattito che consenta di affrontare il prossimo futuro con un idoneo armamentario di valori e di norme.

  • Dal D.L. Cura Italia al D.L. Rilancio: come cambia il lavoro nella P.A. attraverso il lavoro agile
    on 24 Maggio 2020 at 22:00

    L’efficacia e l’efficienza di una struttura pubblica dipende essenzialmente dalla dimensione dinamica della sua organizzazione, capace di affrontare le sfide che provengono dall’esterno, risolvere le criticità e i problemi attraverso la valorizzazione delle professionalità e delle competenze delle risorse umane presenti al suo interno. Per realizzare un modello organizzativo efficiente e resistente ai cambiamenti interni ed esterni, provocati dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, è fondamentale creare sinergie e relazioni che rendano osmotico il passaggio di informazioni, competenze e know how tra interno ed esterno dell’organizzazione. L’attuale crisi economica e sociale indotta dall’emergenza sanitaria deve rappresentare l’occasione per ripensare all’istituto del lavoro agile quale strumento per contemperare l’esigenza di un’indifferibile modernizzazione del servizio pubblico e la valorizzazione del capitale umano presente nelle pubbliche amministrazioni, senza, tuttavia, dimenticare che la stretta connessione tra l’esecuzione della prestazione smart e il raggiungimento del risultato produttivo descrive lo scopo sotteso al lavoro agile, che consiste, quindi, in un risparmio dei costi di gestione degli spazi interni, in una diminuzione del tasso di assenteismo e in una più efficiente gestione del tempo di lavoro da parte del lavoratore.

  • I verbali degli ispettori del lavoro fanno piena prova
    on 21 Maggio 2020 at 22:00

    I verbali ispettivi fanno piena prova fino a querela di falso, dei fatti che il pubblico ufficiale attesta avvenuti in sua presenza o da lui compiuti, ivi compresa l'esistenza e provenienza delle dichiarazioni raccolte a verbale, ma non anche delle valutazioni dell'ispettore o dei fatti non percepiti direttamente ma affermati dall'ispettore in base ad altri fatti; tale materiale probatorio è liberamente valutabile e apprezzabile dal giudice, il quale può anche considerarlo prova sufficiente, qualora il loro specifico contenuto probatorio o il concorso di altri elementi renda superfluo l'espletamento di ulteriori mezzi istruttori (Cass. Civ., Sez. Lav., 4.5.2020, n. 8445).

  • DL n. 34/2020 c.d. “Rilancio”: come cambiano ancora le misure per il lavoro e le imprese
    on 20 Maggio 2020 at 22:00

    Breve sintesi delle principali previsioni giuslavoristiche e misure a sostegno delle imprese introdotte dal Decreto-legge 19 maggio 2020 (il c.d. "D.L. Rilancio") pubblicato sulla gazzetta ufficiale del 19 maggio 2020, n. 128 – supplemento ordinario.

  • Trattamento straordinario integrazione salariale: legittimo il decorso degli effetti dopo 30 giorni dalla domanda tardiva
    on 19 Maggio 2020 at 22:00

    Con la sentenza n. 90 del 2020 il Giudice delle leggi ha dichiarato la non fondatezza, in riferimento all’art. 3 Cost., della questione di legittimità costituzionale dell’art. 25, comma 3, del d.lgs. 14 settembre 2015, n. 148, nella parte in cui il trattamento straordinario di integrazione salariale, in caso di presentazione tardiva della domanda, decorre dal trentesimo giorno successivo alla presentazione della domanda medesima, poiché la specifica disposizione impugnata si colloca nel contesto del complessivo quadro del procedimento amministrativo ridisegnato e ridefinisce in termini più stringenti il collegamento “dinamico” fra data di presentazione della domanda e decorrenza del trattamento straordinario di integrazione salariale, cui consegue che l’entità del ritardo della domanda, rispetto al termine previsto dal comma 1 del medesimo articolo, comporta un corrispondente effetto sul decorso del trattamento richiesto, al fine di evitare che si determinino situazioni di incertezza, sia per i lavoratori e le organizzazioni sindacali interessate che per l’impresa.

  • Crediti contributivi: dal 1° gennaio 1996 la prescrizione è quinquennale
    on 18 Maggio 2020 at 22:00

    Il commento ha ad oggetto la sentenza n. 284, pubblicata il 14 febbraio 2020 dal Tribunale di Messina, Sezione Lavoro, che ha dichiarato insussistente – nella sua quasi totale integrità – il credito asseritamente vantato da INPS nei confronti del ricorrente per un importo di oltre 380.000,00 euro, a titolo di contributi previdenziali aziende 1998 – 2009. Il Giudice del Lavoro, tenuto conto dell’intervenuta prescrizione quinquennale, ha accertato la sussistenza di un credito di gran lunga inferiore rispetto a quello preteso dall’Istituto previdenziale e dall’ente di riscossione - anch’esso parte resistente nel processo - pari a soli 1.668,96 euro.

  • Escludere una candidata per motivi di statura può essere discriminatorio
    on 17 Maggio 2020 at 22:00

    In tema di requisiti per l'assunzione, qualora in una norma secondaria sia prevista una statura minima identica per uomini e donne, in contrasto con il principio di uguaglianza, perché presupponga erroneamente la non sussistenza della diversità di statura mediamente riscontrabile tra uomini e donne e comporti una discriminazione indiretta a sfavore di queste ultime, il giudice ordinario ne apprezza, incidentalmente, la legittimità ai fini della disapplicazione, valutando in concreto la funzionalità del requisito richiesto rispetto alle mansioni (Cassazione civile, sezione lavoro, ordinanza 24 aprile 2020, n. 8167).

Per approfondimenti contatta una nostra sede