News dal Patronato

Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori

Confsal Confederazione generale sindacati autonomi e lavoratori

News dal web

La Previdenza La Previdenza - Quotidiano di informazione giuridica

Tutto Previdenza Ogni diritto non conosciuto è un diritto negato

  • La Cassa di Previdenza dei Farmacisti
    by Paolo Zani on 1 Luglio 2021 at 10:34

    Continuiamo nella pubblicazione delle schede relative alla previdenza dei liberi professionisti iscritti ad un albo. E’ un lavoro che ci impegnerà per parecchio tempo essendo le casse interessate ben 26. Il testo delle schede, riordinato da Salvatore Martorelli, è stato tratto da una pubblicazione del  Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali  http://www.pensionielavoro.it/ Nel n° 305 [&hellip

  • Pubblicate nuove tabelle ANF e assegno unico
    by Paolo Zani on 25 Giugno 2021 at 16:38

    Abbiamo pubblicato nella sezione tabelle: Tabelle ANF valevoli per il periodo 1° luglio 2021- 31 dicembre 2021 Tabella di corrispondenza valore ISEE con importo nuovo assegno unico per i figli minori

  • Tabelle assegno al nucleo familiare dal 1° luglio 2021
    by Paolo Zani on 25 Giugno 2021 at 10:17

    L’INPS con proprio  messaggio n° 2331 del 17/06/2021 ha pubblicato le nuove tabelle per la corresponsione dell’ANF da valere per il periodo dal 1°  luglio 201 al 31 dicembre 2021. Le tabelle sono valide fino al 31 dicembre 2021 in quanto dal 1° gennaio 2022 entrerà in vigore, in sostituzione dell’ANF, l’assegno unico per i [&hellip

  • L’assegno familiare unico. Il provvedimento ponte fino al gennaio 2022
    by Paolo Zani on 21 Giugno 2021 at 09:30

    Il decreto legge 8 giugno 2021 N° 79 ha introdotto dal 1° di luglio 2021 un “assegno ponte” in attesa dell’entrata in vigore, dal 1° gennaio 2022, dell’assegno unico per i figli minori. Si tratta di una misura a sostegno delle famiglie che andrà a sostituire, dal 1° gennaio 2022,  l’assegno al nucleo familiare e [&hellip

  • Prestazioni previdenziali anno 2021: i requisiti
    by Paolo Zani on 19 Giugno 2021 at 15:26

    Vi proponiamo una tabella riassuntiva sui requisiti richiesti per l’anno 2021 per le varie prestazioni previdenziali. Nel n° 302 di Previdenza Flash la tabella. Tutti i numeri di Previdenza Flash li trovate qui

  • Cassa di previdenza dei dottori commercialisti
    by Paolo Zani on 8 Giugno 2021 at 10:59

    Continuiamo nella pubblicazione delle schede relative alla previdenza dei liberi professionisti iscritti ad un albo. E’ un lavoro che ci impegnerà per parecchio tempo essendo le casse interessate ben 26. Il testo delle schede, riordinato da Salvatore Martorelli, è stato tratto da una pubblicazione del  Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali  http://www.pensionielavoro.it/ Nel n°301 di [&hellip

  • Cassa di previdenza Forense (avvocati)
    by Paolo Zani on 26 Maggio 2021 at 10:33

    Iniziamo con questo numero di Previdenza Flash  la pubblicazione delle schede relative alla previdenza dei liberi professionisti iscritti ad un albo. E’ un lavoro che ci impegnerà per parecchio tempo essendo le casse interessate ben 26. Il testo delle schede, riordinato da Salvatore Martorelli, è stato tratto da una pubblicazione del  Centro Studi e Ricerche [&hellip

  • Il contratto di espansione
    by Paolo Zani on 14 Maggio 2021 at 16:32

    Il contratto di espansione è un ammortizzatore sociale che riguarda le imprese che hanno più di 250 dipendenti e sono interessate da azioni di reindustrializzazione e riorganizzazione che prevedano anche la modifica dei processi aziendali con conseguente esigenza di adeguare le competenze professionali dei lavoratori. Condizione necessaria per utilizzare il prepensionamento è, oltre alla stipula [&hellip

  • Il R.E.M. reddito di emergenza per il 2021
    by Paolo Zani on 8 Aprile 2021 at 16:04

    Il  Reddito di Emergenza, misura straordinaria di sostegno al reddito, sarà riconosciuto a domanda per i mesi di marzo, aprile e maggio 2021 ai nuclei familiari in difficoltà a causa dell’emergenza da Covid-19 e in possesso cumulativamente dei requisiti di residenza ed economici, patrimoniali e reddituali, previsti dalla normativa vigente.   Nel n° 298 di [&hellip

  • Invalidi civili 2021: grado riconosciuto e benefici connessi
    by Paolo Zani on 5 Aprile 2021 at 16:31

    Con gli invalidi civili lo Stato è avaro in tutti i sensi. A volte però gli invalidi non conoscono nemmeno quei pochi benefici cui hanno diritto. Nel N° 297 di Previdenza Flash troverete una tabella che collega il grado di invalidità civile riconosciuto ai “pochi” benefici concessi. Tutti i numeri di Previdenza Flash li trovate [&hellip

Lavoro Lavoro RSS Feed

  • Lavoro giornalistico: la Cassazione adegua il vincolo di subordinazione al carattere intellettuale della prestazione
    on 22 Luglio 2021 at 22:00

    La Corte di Cassazione con la sentenza 14 luglio 2021, n. 20099 interviene nuovamente in tema di accertamento della subordinazione nell’ambito del lavoro giornalistico per affermare che, anche in caso di successione di contratti di collaborazione, con intervalli tra una prestazione e l’altra ed assunzione di incarichi estranei da parte del giornalista, è determinante valutare se l’ampiezza delle prestazioni e l’intensità della collaborazione possano far comunque ravvisare un inserimento stabile del giornalista nell’organizzazione aziendale. Sussiste subordinazione tutte le volte in cui sia individuabile l’esistenza di un patto in forza del quale il datore di lavoro possa far affidamento sulla permanenza della disponibilità del giornalista, senza doverla contrattare di volta in volta.

  • CGUE, quando il no del datore di lavoro al velo islamico o al crocifisso cristiano è legittimo
    on 21 Luglio 2021 at 22:00

    Le imprese possono vietare ai propri dipendenti di indossare sul luogo di lavoro, dove abbiano contatti col pubblico, segni visibili di natura politica o religiosa (come l'hijab, cioè il velo islamico o il crocifisso cristiano), purchè si tratti di una norma applicata in modo generale. Una norma interna di un’impresa, che vieta ai lavoratori di indossare sul luogo di lavoro qualsiasi segno visibile di convinzioni politiche, filosofiche o religiose (come, nel caso in esame, il velo islamico) non costituisce, nei confronti dei lavoratori che seguono determinate regole di abbigliamento in applicazione di precetti religiosi, una discriminazione diretta fondata sulla religione o sulle convinzioni personali, ai sensi della direttiva 2000/78/CE (parità di trattamento sul lavoro): la condizione, ha precisato la Corte di Giustizia è che tale norma debba essere applicata in maniera generale e indiscriminata. È, quindi, legittima la “sospensione” delle dipendenti di un asilo nido e di una catena di negozi, che non hanno voluto rispettare il divieto imposto dai loro datori di lavoro. Sempre i giudici di Lussemburgo hanno indicato le condizioni che possono giustificare la differenza di trattamento indirettamente fondata sulla religione o sulle convinzioni personali, derivante da tale divieto interno all’impresa conseguente alla volontà del datore di lavoro di perseguire una politica di neutralità politica, filosofica e religiosa nei confronti dei clienti o degli utenti. La sentenza ha destato le dure accuse di islamofobia della Turchia, dimenticando che il principio si applica anche ad altri segni visibili come il crocifisso cristiano e la kippah ebraica (Corte di giustizia UE, sentenza 15 luglio 2021, cause riunite C-804/18 IX / WABE e.V. e C-341/19).

  • Non imputabile al datore di lavoro il comportamento antisindacale dell’associazione datoriale di categoria
    on 20 Luglio 2021 at 22:00

    Con sentenza del 14 giugno 2021, n. 2402 la Corte d’Appello di Roma ha accolto il ricorso di Telecom Italia S.p.A., riformando la sentenza di primo grado e accertando l’inesistenza di un comportamento antisindacale della società, la quale, su richiesta della propria associazione di categoria, aveva negato ad alcuni lavoratori di farsi assistere in sede di conciliazione sindacale da rappresentanti dello SNATER, sindacato con il quale l’Unione Industriali locale era in conflitto.

  • Reintegrazione nel posto di lavoro anche ai dipendenti a tempo determinato assunti prima del Jobs Act
    on 19 Luglio 2021 at 22:00

    Il Tribunale del lavoro di Milano (sentenza 28 maggio 2021), con una interpretazione costituzionalmente orientata e disattendendo le indicazioni della Corte di Giustizia UE, ha ritenuto applicabile anche ai lavoratori assunti con contratto a tempo determinato prima dell’entrata in vigore del Jobs Act (7 marzo 2015) e stabilizzati dopo tale data la tutela prevista dall’art. 18 dello Statuto dei lavoratori; secondo il Tribunale, la differenza di trattamento a seconda del tipo di contratto utilizzato all’atto dell’assunzione non può infatti trovare razionale ed oggettiva giustificazione.

  • Consulenza del lavoro per PMI e imprese artigiane: possono pensarci le cooperative o i CAF
    on 18 Luglio 2021 at 22:00

    La normativa che disciplina la materia dei centri di assistenza fiscale e dei servizi di consulenza del lavoro affidati alle cooperative delle imprese artigiane e delle piccole imprese non consente di ricondurre l'attività di consulenza del lavoro svolta dai predetti centri nella fattispecie di reato prevista dall'art. 348 c.p., non essendo richiesta per tale attività l'iscrizione all'albo speciale dei consulenti del lavoro (Cassazione penale, Sez. VI, sentenza 9 luglio 2021, n. 26294).

  • Docenti: per la sospensione dal servizio è competente l’Ufficio per i procedimenti
    on 15 Luglio 2021 at 22:00

    In tema di sanzioni disciplinari nel pubblico impiego privatizzato, al fine di stabilire la competenza dell'organo deputato a iniziare, svolgere e concludere il procedimento, occorre avere riguardo al massimo della sanzione disciplinare come stabilita in astratto, in relazione alla fattispecie legale, normativa o contrattuale che viene in rilievo, essendo necessario, in base ai principi di legalità e del giusto procedimento, che la competenza sia determinata in modo certo, anteriore al caso concreto ed oggettivo, prescindendo dal singolo procedimento disciplinare (Cassazione civile, Sez. VI-L, 14 luglio 2021, n. 20059).

  • Minimale contributivo della gestione artigiani: natura e funzione
    on 14 Luglio 2021 at 22:00

    La Corte D’Appello di Firenze si è pronunciata sulla possibilità di riconoscere a un’artigiana, assicurata alla relativa gestione previdenziale INPS, il diritto alla pensione, liquidata sulla base di contributi versati con riferimento al minimale previsto per legge, anche qualora emerga la percezione di redditi superiori rispetto a quelli dichiarati e la conseguente evasione dell’obbligo contributivo percentuale richiesto per legge (Corte d’Appello Firenze, sentenza 23 febbraio 2021, n. 167).

  • Quando si configura un abuso dei permessi ex L. n. 104/1992?
    on 13 Luglio 2021 at 22:00

    Con ordinanza n. 17102 del 16 giugno 2021, la Corte di Cassazione ha confermato l’orientamento consolidato secondo il quale il diritto al permesso ex Legge n. 104/1992 presuppone un nesso causale diretto con l’assistenza al disabile. Pertanto, il dipendente che utilizzi il permesso in questione per scopi diversi integra l’abuso del diritto e commette una condotta di rilievo disciplinare.

  • La cassiera non rilascia gli scontrini? Per stabilire la legittimità del licenziamento bisogna interpretare il CCNL
    on 12 Luglio 2021 at 22:00

    Al fine di stabilire quale sia la portata applicativa delle ipotesi contemplate dal contratto collettivo per le quali è prevista l'irrogazione di una sanzione conservativa, l'esegesi della norma va condotta attraverso la corretta e completa applicazione dei tradizionali criteri di ermeneutica contrattuale (Il principio è stato affermato con riguardo ad un caso in cui i Giudici di merito, in riforma della sentenza di primo grado, avevano dichiarato risolto il rapporto di lavoro della cassiera di un autogrill che non aveva registrato gli acquisti ed avevano condannato il datore di lavoro a corrispondere alla reclamata una indennità pari a diciotto mensilità dell'ultima retribuzione globale di fatto) (Cassazione civile, Sez. lav., 9 luglio 2021, n. 19585).

  • Prescrizioni anti-covid: legittima la sanzione disciplinare al dipendente che non le osserva
    on 11 Luglio 2021 at 22:00

    Il Tribunale di Venezia, sez. lav., sentenza 4 giugno 2021, conferma la sanzione disciplinare comminata dal datore di lavoro ad un dipendente per mancato utilizzo della mascherina nonché per la contestazione della politica aziendale in punto di normativa anti-covid.

Per approfondimenti contatta una nostra sede