Opzione donna

Opzione donna: proroga 2020

Via libera alla presentazione delle domande per l’accesso all’opzione donna anche nel 2020

Lo comunica l’INPS con circolare n. 18 del 7 febbraio 2020 recependo e rendendo operativo quanto previsto dalla legge di Bilancio 2020. 

L’opzione donna è una misura, a tutt’ oggi sperimentale, introdotta dall’art.1, comma 9 della legge n.243/2004 (legge Maroni) ripresa dalla legge Fornero, prorogata con l’art. 16 del D.L. 4/2019 che consente un anticipo pensionistico alla platea femminile con la condizione di accettare un assegno pensionistico calcolato interamente con il sistema contributivo.

Requisiti e decorrenza di Opzione Donna

L’ accesso ai benefici dell’opzione donna è riconosciuto alle lavoratrici dipendenti del settore pubblico o privato e alle lavoratrici autonome in possesso di contribuzione versata al 31 dicembre 1995

Pensione Opaizone Donna: requisiti e domanda

Sono escluse dal beneficio le iscritte alla gestione separata INPS e le lavoratrici che necessitano dei contributi versati nella gestione separata per il soddisfo del requisito.

Pratiche di Patronato

ATTENZIONE – Si considerano utili ai fini requisito dei 35 anni di contribuzione, precisamente 34 anni 11 mesi e 16 giorni ovvero 1820, le settimane effettive cioè al netto dei contributi figurativi. (I contributi per malattia, disoccupazione e/o prestazioni equivalenti non concorrono al raggiungimento del requisito delle 1820 settimane).

Il perfezionamento dei requisiti anagrafici e contributivi non implica l’immediata liquidazione del trattamento pensionistico poiché nella norma è inserito un sistema di finestre mobili che ne posticipa il pagamento.

Decorrenza pensione opzione donna
Pratiche di Patronato

ATTENZIONE – L’assegno pensionistico è calcolato interamente con il sistema contributivo cio’ significa, che rispetto al calcolo con il sistema misto, le lavoratrici avranno uno taglio dell’importo compreso tra il 25% – 30%. Ovviamente il dato è variabile in rapporto alle singole realtà e, con riferimento alle singole corriere contributive. E’ opportuno e, consigliabile prima di procede con le richieste, effettuare una seria riflessione.