Pensione di invalidità civile

La pensione di invalidità civile è una pensione erogata ai cittadini con redditi insufficienti e con una riduzione della capacità di lavoro o di svolgimento delle normali funzioni quotidiane superiore al 73%.

Sono considerati invalidi civili:

  • i cittadini affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo
  • i cittadini ciechi, ossia affetti da cecità totale o con residuo visivo non superiore a un ventesimo in entrambi gli occhi
  • i cittadini sordi,  ossia affetti da sordità congenita o acquisita entro i 12 anni di età, tale da impedire il normale apprendimento del linguaggio parlato. Il requisito per la concessione della pensione prevede una soglia uditiva di ipoacusia di almeno 75 decibel
  • i cittadini affetti da Talassemia  e da drepanocitosi, riconosciute dalla Asl. Dal 2004 la pensione è stata estesa anche ai portatori di talassodrepanocitosi e talassemia intermedia