Attività Medico-Legali erogate dall'INAIL

Le attività medico-legali erogate dall’INAIL sono prestazioni socio-sanitarie tese all’accertamento delle pratiche relative all’infortunio sul lavoro, alla malattia di origine professionale e alla prescrizione di cure o indennizzi.

Quali sono le attività Medico-Legali erogate dall'INAIL?

Le principali attività medico-legali sono:

  • accertamenti del nesso causale in ambito di infortunio, anche domestico, e di malattia professionale;
  • accertamento in tema di Inabilità Temporanea Assoluta;
  • accertamento e revisione dei postumi a carattere permanente;
  • attività medico-legali in ambito di contenzioso amministrativo;
  • attività medico-legali in ambito di contenzioso giudiziario;
  • prescrizione di cure idrofangotermali e di soggiorni climatici;
  • prescrizione e collaudo di dispositivi tecnici;
  • parere su rimborso di specialità farmaceutiche;
  • accertamenti e pareri medico-legali in merito alla concessione dell’Assistenza Personale Continuativa (APC);
  • accertamento dei requisiti sanitari per il diritto alla concessione dell’assegno di incollocabilità;
  • accertamenti medico-legali in merito alla concessione di rendita ai superstiti, anche con assistenza ad autopsie;
  • accertamenti medico-legali (regolarità, nesso causale, periodo di ITA) in ambito di Collegi regionali per attuazione della Convenzione Inps Inail;
  • accertamenti medico-legali sulla sussistenza/persistenza dello stato di inabilità dei figli inabili maggiorenni, per le diverse prestazioni;
  • accertamento delle capacità residue anche ai fini del collocamento mirato.

Accertamenti del nesso causale in ambito di infortunio, anche domestico, e di malattia professionale

L’accertamento del nesso causale in ambito di infortunio, anche domestico, e di malattia professionale spetta al Dirigente medico INAIL. Lo stesso deve verificare la regolarità del caso e, dunque:

  • in caso di infortunio, se le lesioni sono effettivamente riconducibili alla dinamica dell’evento denunciato, se gli esiti invalidanti sono ascrivibili alle lesioni iniziali diagnosticate in sede clinica, se sia riconoscibile una causa violenta;
  • se il quadro denunciato risulti riferibile piuttosto a malattie o lesioni da cui il lavoratore era già affetto.

In caso di malattia professionale il Dirigente medico deve stabilire se la malattia denunciata sia stata causata o concausata dall’attività lavorativa svolta.

Accertamento in tema di Inabilità Temporanea Assoluta

L’accertamento in tema di Inabilità Temporanea Assoluta è valutato dal Dirigente medico dell’INAIL, che stabilisce l’esistenza o meno della temporanea impossibilità del lavoratore ad attendere alla propria occupazione.

La guarigione clinica e la durata della inabilità temporanea assoluta potrebbero non coincidere.

Accertamento e revisione dei postumi a carattere permanente

Concluso il periodo di inabilità temporanea assoluta, il Dirigente medico accerta se residuano menomazioni e valuta l’invalidità permanente. L’accertamento dei postumi può anche essere provvisorio. In tal caso, il soggetto verrà invitato nuovamente a visita a distanza di tempo per verificare il suo stato di invalidità. Il quadro invalidante può essere soggetto a revisione.

Attività medico-legali in ambito di contenzioso amministrativo

Il lavoratore vittima di infortunio sul lavoro / affetto da malattia di origine professionale (tecnopatico) può inoltrare istanza di opposizione al provvedimento emesso. Nell’eventualità che l’istanza venga accolta, verrà effettuata un’ulteriore visita.
L’ulteriore visita sarà collegiale e saranno presenti il Dirigente medico Inail e il medico dell’ente di patrocinio/medico fiduciario (il nuovo verbale potrà avere parere concorde o discorde).

Attività medico-legali in ambito di contenzioso giudiziario

La vittima di infortunio / tecnopatico (affetto da malattia professionale) può ricorrere in giudizio avverso le decisioni dell’INAIL. Il Dirigente medico, di norma, elabora note a difesa e/o controdeduzioni e partecipa alle operazioni di Consulenza Tecnica di Ufficio (CTU).

È possibile proporre opposizione amministrativa o ricorso giudiziale?

SI. Avverso ai giudizi medico-legali è possibile proporre opposizione amministrativa o ricorso giudiziale.

Per proporre opposizione amministrativa o ricorso giudiziale clicca qui!

Per i contenuti originali: “Guida alle prestazioni INAIL – 2018“.

Per maggiori info, cerca la sede INPAS più vicina a TE qui!
Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti gratis alla newsletter qui!

Le altre prestazioni sanitarie e socio-sanitarie erogate dall'INAIL

[catlist id=1338 numberposts=25 orderby=date order=DESC - date=no excerpt=no "]