Home Opzione donna

Opzione donna

Opzione donna: proroga 2020

Via libera alla presentazione delle domande per l’accesso all’opzione donna anche nel 2020. 

Lo comunica l’INPS con circolare n. 18 del 7 febbraio 2020 recependo e rendendo operativo quanto previsto dalla legge di Bilancio 2020. 

L’opzione donna è una misura, a tutt’oggi sperimentale, introdotta dall’art.1, comma 9 della legge n.243/2004 (legge Maroni) ripresa dalla legge Fornero, prorogata con l’art. 16 del D.L. 4/2019 che consente un anticipo pensionistico alla platea femminile con la condizione di accettare un assegno pensionistico calcolato interamente con il sistema contributivo.

Opzione donna: proroga 2020
Opzione donna: chi ne beneficia

Opzione donna: requisiti e decorrenza

L’ accesso ai benefici dell’opzione donna è riconosciuto alle lavoratrici dipendenti del settore pubblico o privato e alle lavoratrici autonome in possesso di contribuzione versata al 31 dicembre 1995

 

Sono escluse dal beneficio le iscritte alla gestione separata INPS e le lavoratrici che necessitano dei contributi versati nella gestione separata per il soddisfo del requisito.

ATTENZIONE – Si considerano utili ai fini requisito dei 35 anni di contribuzione, precisamente 34 anni 11 mesi e 16 giorni ovvero 1820, le settimane effettive cioè al netto dei contributi figurativi. (I contributi per malattia, disoccupazione e/o prestazioni equivalenti non concorrono al raggiungimento del requisito delle 1820 settimane .)

Il perfezionamento dei requisiti anagrafici e contributivi non implica l’immediata liquidazione del trattamento pensionistico poiché nella norma è inserito un sistema di finestre mobili che ne posticipa il pagamento.

ATTENZIONE – L’assegno pensionistico è calcolato interamente con il sistema contributivo cio’ significa, che rispetto al calcolo con il sistema misto, le lavoratrici avranno uno taglio dell’importo compreso tra il 25% – 30%. Ovviamente il dato è variabile in rapporto alle singole realtà e, con riferimento alle singole corriere contributive. E’ opportuno e, consigliabile prima di procede con le richieste, effettuare una seria riflessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne permetti il loro utilizzo ... maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi