Home News sulla Previdenza Sociale

News dall' INPS

Sezione dedicata alle ultime news pubblicate dall’ INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale).

Le news vengono aggiornate su questa pagina ogni 12 ore.

www.inps.it - News Informazioni Inps.it - Canale news per le Informazioni

  • Polo unico di tutela della malattia: dati quarto trimestre 2019
    on 25 Febbraio 2020 at 07:00

    È stato pubblicato l’Osservatorio statistico sul “Polo unico di tutela della malattia” con i dati relativi al quarto trimestre 2019. L’Osservatorio, che ha lo scopo di monitorare il fenomeno dell’astensione dal lavoro per malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici, è stato realizzato prendendo come riferimento i certificati medici inviati dal medico e le visite mediche di controllo effettuate dall’Istituto. Nel quarto trimestre del 2019 si registra un lieve incremento del numero dei certificati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente sia per il settore privato (+2,6%) che per il settore pubblico (+1,1%).   A livello territoriale, per entrambi i settori l’incremento risulta più consistente al Nord: +3,8% per il settore privato, +4,5% per il settore pubblico

  • Congedo papà: proroga e ampliamento per il 2020
    on 24 Febbraio 2020 at 07:00

    La legge di bilancio 2020 ha stabilito che le disposizioni relative al congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti, introdotte in via sperimentale con la legge 28 giugno 2012, n. 92, vengano applicate anche alle nascite e alle adozioni/affidamenti avvenute nel 2020. Con il messaggio 21 febbraio 2020, n. 679 l’Istituto comunica che la durata del congedo obbligatorio per il 2020 è stata aumentata a sette giorni, da fruire, anche in via non continuativa, entro i cinque mesi di vita o dall’ingresso in famiglia o in Italia (in caso, rispettivamente, di adozione/affidamento nazionale o internazionale) del minore. È stata prorogata anche per quest’anno, inoltre, la possibilità per il padre lavoratore dipendente di fruire di un ulteriore giorno di congedo facoltativo, previo accordo con la madre e in sua sostituzione, in relazione al periodo di astensione obbligatoria spettante a quest'ultima. Il messaggio fornisce chiarimenti in merito alla modalità di presentazione della domanda, all’ambito di applicazione e alla modalità di accesso per tutti i settori interessati. Per quanto riguarda le nascite e le adozioni/affidamenti avvenute nell’anno solare 2019, i padri lavoratori dipendenti hanno diritto a cinque soli giorni di congedo obbligatorio, anche se ricadenti nei primi mesi del 2020. Per ogni ulteriore approfondimento si rinvia alle istruzioni fornite con la circolare INPS 14 marzo 2013, n. 40.

  • Estate INPSieme Italia ed estero: proroga avvio accreditamento
    on 24 Febbraio 2020 at 07:00

    In relazione all’Avviso di accreditamento soggiorni vacanze Estate INPSieme Italia ed Estero 2020 già pubblicato, si comunica che il termine di avvio della presentazione delle proposte di accreditamento dei soggiorni vacanza, di cui all’articolo 6, comma 1, è stato prorogato dal 26 febbraio al 2 marzo 2020.

  • Ricongiunzione previdenziale liberi professionisti: ratei oneri 2020
    on 24 Febbraio 2020 at 07:00

    Ai fini della predisposizione dei piani di ammortamento degli oneri relativi alle domande di ricongiunzione previdenziale presentate nel 2020, sono state aggiornate le tabelle allegate alla circolare INPS 15 febbraio 2019, n. 30. L’aggiornamento è stato effettuato in base al tasso di variazione medio annuo dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertato dall'ISTAT per il 2019, pari allo 0,5%. Con la circolare INPS 21 febbraio 2020, n. 30 si forniscono le istruzioni per il corretto uso delle tabelle riguardanti l’ammontare della rata mensile e quella relativa ai coefficienti per la determinazione del debito residuo in caso di sospensione del versamento delle rate prima dell’estinzione del debito stesso.

  • Modello 730/2020 con sostituto d’imposta INPS: il manuale d’uso
    on 21 Febbraio 2020 at 07:00

    Ogni anno, per l’effettuazione dei conguagli che derivano dalla liquidazione della dichiarazione dei redditi, circa 7,5 milioni di contribuenti indicano nel proprio modello 730 come sostituto d’imposta l’INPS, in quanto percettori di prestazioni previdenziali ed assistenziali. La quasi totalità dei conguagli ricevuti dall’Istituto è elaborata con prontezza e puntualità, ma per alcuni contribuenti, beneficiari di prestazioni con particolari caratteristiche, esiste la possibilità di ritardi o di mancata effettuazione dei rimborsi spettanti o della trattenuta per i debiti d’imposta. Nell’ottica di una efficace collaborazione tra Agenzia delle Entrate, Consulta Nazionale dei CAF e INPS, tesa ad evitare disagi ai contribuenti e rendere più efficienti le operazioni di presentazione della dichiarazione dei redditi, è ora disponibile il manuale d’uso per soggetti abilitati all’assistenza fiscale (pdf  3,5MB) CAF e Professionisti.

  • Osservatorio sul precariato: pubblicati i dati di dicembre 2019
    on 20 Febbraio 2020 at 07:00

    Sono stati pubblicati i dati di dicembre 2019 dell’Osservatorio sul precariato. Nel corso del 2019, nel settore privato complessivamente le assunzioni sono state 7.171.204. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, la crescita ha riguardato i contratti a tempo indeterminato, di apprendistato, stagionali e intermittenti. Sono stati, invece, in diminuzione i contratti a tempo determinato e quelli in somministrazione. La dinamica dei flussi Nel 2019 è proseguito il trend di incremento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, che sono risultate 705.869 (+170.169 sul 2018, +31,8%). In crescita sono anche le conferme di rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (+17.988, +27,6%). Le cessazioni sono state 7.010.126, in diminuzione rispetto all’anno precedente: la riduzione ha riguardato le cessazioni di contratti in somministrazione e i rapporti a termine. In crescita sono le cessazioni di rapporti con contratto intermittente, stagionale, in apprendistato e a tempo indeterminato. Il lavoro occasionale I lavoratori impiegati con Contratto di Prestazione Occasionale (CPO) a dicembre 2019 sono stati 19.878 (in calo rispetto allo stesso mese del 2018), con un importo lordo medio di 275 euro. I lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia (LF) sono stati 8.202 (in lieve crescita rispetto a dicembre 2018), con un importo mensile lordo medio di 160 euro.

  • Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG): dati di gennaio 2020
    on 20 Febbraio 2020 at 07:00

    È stato pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni con i dati di gennaio 2020. Il numero di ore complessivamente autorizzate per trattamenti di integrazione salariale è stato pari a 21.312.158, in aumento del 40,6% rispetto allo stesso mese del 2019 (15.153.706). Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di: Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO), sono state 9.423.176, in aumento del 31,4% rispetto a gennaio 2019; Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS), sono state 11.887.993, in aumento del 52,6% rispetto a gennaio 2019; Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD), sono state 989, in diminuzione del 99,5% rispetto a gennaio 2019. A dicembre 2019 sono state presentate 129.310 domande di NASpI, 1.552 di DIS-COLL e 42 di mobilità, per un totale di 130.904 domande. In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni è stato pubblicato il Focus febbraio 2020 (pdf 803KB) con i dati di gennaio 2020.

  • Pensionati: il cedolino della pensione per marzo 2020
    on 20 Febbraio 2020 at 07:00

    Il cedolino della pensione è il documento che consente ai pensionati di verificare l’importo pagato ogni mese dall’INPS e di conoscere le ragioni per cui tale importo può variare. Il cedolino è messo a disposizione dei pensionati sul sito INPS, possono accedere a questo servizio gli utenti in possesso delle credenziali di accesso PIN, SPID, CIE e CNS. È possibile consultare il cedolino anche dal proprio smartphone o tablet utilizzando la app INPSMOBILE. IL PAGAMENTO Il prossimo pagamento sarà effettuato il 2 marzo poiché il 1° marzo sarà domenica, questa data è valida sia per coloro che riscuotono in banca sia per chi riscuote presso Poste Italiane. Il pagamento comprende tutte le pensioni di cui il soggetto è titolare. Si ricorda, infatti, che le pensioni corrisposte in rate mensili anticipate sono poste in pagamento il primo giorno bancabile di ciascun mese, ad eccezione del mese di gennaio per cui il pagamento viene effettuato il secondo giorno bancabile. Si riportano di seguito le informazioni sulle principali voci che compongono il cedolino della pensione di marzo 2020. TRATTENUTE FISCALI Per quanto riguarda le prestazioni fiscalmente imponibili, oltre all’IRPEF mensile, vengono trattenute le addizionali regionali e comunali relative al 2019. Si precisa che queste trattenute, relative all’anno precedente, sono infatti effettuate in 11 rate nell’anno successivo. Da questo mese viene avviata anche la trattenuta per addizionale comunale in acconto per il 2020, che proseguirà fino a novembre 2020. È stato inoltre effettuato il ricalcolo dell’IRPEF pagata mensilmente nel corso dell’anno 2019 in particolare per i pensionati che abbiano percepito nel corso del 2019 altre prestazioni assoggettate a tassazione. Nel caso in cui l’IRPEF pagata per l’anno 2019 sia risultata inferiore a quanto dovuto, si procede ad effettuare la trattenuta per il recupero dell’IRPEF dovuta sul rateo del mese di marzo fino a capienza o, laddove l’importo della pensione non sia sufficientemente capiente, sui ratei mensili successivi. Nel solo caso di pensionati con importo annuo lordo complessivo fino a 18mila euro, per il quali il ricalcolo dell’IRPEF ha determinato un conguaglio a debito di importo superiore a 100 euro, le trattenute vengono effettuate con rate di pari importo fino alla mensilità di novembre (articolo 38, comma 7, legge 122/2010). Le prestazioni di invalidità civile, le pensioni e gli assegni sociali, le prestazioni non assoggettate alla tassazione per particolari motivazioni (detassazione per residenza estera, vittime del terrorismo) non subiscono trattenute fiscali. CREDITI DI NATURA FISCALE Nel mese di marzo vengono inoltre rimborsati, ove spettanti, i crediti IRPEF relativi all’anno 2019 nel caso in cui l’IRPEF mensile sia stata pagata in misura superiore rispetto a quanto dovuto su base annua. TRATTENUTE Prestazioni collegate al reddito: trattenute mensili per recupero indebiti. Viene avviato il recupero, con trattenuta mensile, sulle pensioni di coloro che hanno ricevuto nel corso del mese di novembre 2019 una comunicazione di indebito inviata dall’Inps. Il piano di recupero verrà gestito con le modalità descritte nella notifica stessa. In linea generale, i pensionati interessati sono i titolari di prestazioni collegate al reddito delle gestioni private e di prestazioni assistenziali che sono state ricalcolate in base alle informazioni reddituali relative all’anno 2017 (campagna REDITA2018) pervenute all’INPS e per le quali si è determinato un debito. Le principali prestazioni collegate al reddito sono, ad esempio, l’integrazione al trattamento minimo, la maggiorazione sociale, l’assegno sociale. Si rammenta che tutte le prestazioni collegate al reddito vengono corrisposte annualmente in via provvisoria, sulla base dei redditi dichiarati negli anni precedenti. Successivamente viene effettuata la verifica dell’effettivo diritto sulla base dei redditi a consuntivo trasmessi all’INPS dall’Agenzia delle Entrate ovvero dichiarati dagli interessati stessi. Le comunicazioni di indebito inviate nel mese di novembre 2019 sono relative alle prestazioni collegate al reddito corrisposte in via provvisoria dall’INPS negli anni 2017 e 2018. La verifica del diritto è stata effettuata sulla base dei redditi a consuntivo dell’anno 2017. Riduzione pensioni di importo elevato Per le pensioni di importo elevato prosegue la trattenuta relativa al 2020. Nei casi in cui la trattenuta effettuata nel 2019 sia stata inferiore al dovuto, viene applicata la seconda rata del recupero che verrà effettuato complessivamente in 3 rate.

  • Italia-Bulgaria: convenzione contro la doppia imposizione fiscale
    on 19 Febbraio 2020 at 07:00

    Le pensioni pagate ai non residenti in Italia da enti che hanno sede in Italia o da organizzazioni stabilmente operanti nel nostro Stato sono imponibili, in linea generale, in Italia. Tuttavia con alcuni Paesi sono in vigore convenzioni contro le doppie imposizioni fiscali sul reddito, in base alle quali ciascuno Stato contraente individua i propri residenti fiscali. Tenuto conto delle richieste di chiarimenti pervenute da parte di strutture territoriali in merito alle certificazioni allegate alle domande per ottenere la detassazione delle pensioni italiane delle gestioni previdenziali dei lavoratori privati, l’Istituto, con il messaggio 18 febbraio 2020, n. 612, fornisce le indicazioni necessarie sull’applicazione della convenzione italo-bulgara (legge 29 novembre 1990, n. 389) per evitare le doppie imposizioni fiscali.

  • Flusso UNIEMENS: da marzo 2020 nuovi codici contratto
    on 19 Febbraio 2020 at 07:00

    Con il messaggio 18 febbraio 2020, n. 611 l’INPS comunica che, a partire dal periodo di paga marzo 2020, sono stati istituiti nuovi codici contratto da utilizzare nella denuncia individuale del flusso UNIEMENS. Nel messaggio è presente la descrizione dei nuovi codici.

  • Pensionamenti Scuola 2020: rinnovato l’accordo INPS - MIUR Roma
    on 18 Febbraio 2020 at 07:00

    Il 18 dicembre 2019 è stato rinnovato l’accordo sperimentale, siglato il 5 febbraio 2019, tra l’INPS, l'Ufficio scolastico regionale e l'Ambito provinciale MIUR Roma. L’accordo prevede da parte dell’Ufficio centrale Estratto conto dipendenti pubblici INPS (già denominato Progetto ECO) la definizione delle domande di riscatto, ricongiunzione e computo, presentate fino al 31 agosto 2000 dal personale scolastico nato tra il 1953 ed il 1960, con precedenza per i richiedenti pensione 2020 (pensione di vecchiaia, anticipata “legge Fornero”, anticipata “Quota 100”, Opzione donna, APE Sociale e anticipata lavori gravosi e lavoratori precoci). È stata avviata, pertanto, la campagna informativa “Pensionamenti Scuola 2020”, rivolta agli utenti interessati, personale e istituti scolastici, per garantire una corretta e puntuale conoscenza delle attività assegnate alle competenti strutture di riferimento. Tra le iniziative di comunicazione, è stata realizzata una brochure informativa e interattiva per facilitare la consultazione del contenuto dell’accordo e l’individuazione delle competenze delle amministrazioni, coinvolte nella lavorazione dei fascicoli per la sistemazione delle posizioni assicurative. In allegato, è possibile consultare l’opuscolo informativo “Pensionamenti Scuola 2020 - Accordo di collaborazione INPS e Uffici MIUR Roma”, con indicazione di enti e soggetti interessati, della distribuzione delle attività e delle risposte a quesiti ricorrenti.

  • Istituti scolastici statali: adempimenti per le contribuzioni minori
    on 18 Febbraio 2020 at 07:00

    La circolare INPS 2 agosto 2019, n. 115 ha fornito nuove indicazioni in merito alle modalità di comunicazione dei dati giuridici e retributivi da parte degli Istituti scolastici statali e dei CPIA per i compensi erogati direttamente dagli stessi al proprio personale. Da gennaio 2020 gli Istituti scolastici statali e i CPIA non devono più inviare le denunce mensili (ListaPosPA) per gli emolumenti corrisposti direttamente al proprio personale, in quanto gli stessi sono acquisiti automaticamente sul conto individuale degli assicurati attraverso le denunce trasmesse dal MEF - NoiPA per il conguaglio annuale ai fini fiscali e contributivi. Dunque, con il messaggio 17 febbraio 2020, n. 591, l’Istituto precisa che nulla è cambiato rispetto alla gestione da parte degli Istituti scolastici statali e dei CPIA degli adempimenti relativi alle contribuzioni minori. Pertanto le matricole aziendali di gestione privata di ciascun Istituto scolastico devono rimanere attive per le denunce mensili inviate in occasione dell’erogazione dei compensi accessori corrisposti ai dipendenti. Per il pagamento delle relative contribuzioni gli Istituti scolastici devono provvedere autonomamente utilizzando il modello F24.

  • Lavoratori marittimi: trasmissione telematica dei certificati medici
    on 18 Febbraio 2020 at 07:00

    Dal gennaio 2020 gli Uffici di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera e dei Servizi territoriali per l’assistenza sanitaria al personale navigante, marittimo e dell’Aviazione civile (USMAF-SASN), emettono certificati telematici di malattia per i loro assistiti. Tali certificati telematici pervengono all’Istituto con le stesse modalità in uso per le altre categorie di lavoratori. L’INPS con il messaggio 18 febbraio 2020, n. 610 fornisce indicazioni in merito alle procedure e documenti necessari all’erogazione delle prestazioni di malattia poiché, nel caso dei lavoratori marittimi, i certificati di malattia non costituiscono documentazione sufficiente alla liquidazione delle prestazioni.

  • Gestione Artigiani e Commercianti: i contributi per il 2020
    on 18 Febbraio 2020 at 07:00

    Con la circolare INPS 17 febbraio 2020, n. 28 l’Istituto indica gli importi dei contributi dovuti per il 2020 dagli iscritti alla Gestione Artigiani e dagli iscritti alla Gestione Commercianti. Le aliquote contributive di finanziamento delle gestioni pensionistiche sono fissate al 24%. Gli artigiani e gli esercenti attività commerciali ultrasessantacinquenni, già pensionati presso le gestioni dell’Istituto, anche nel 2020 usufruiscono della riduzione del 50% dei contributi dovuti. La circolare specifica, inoltre, la contribuzione dovuta sui minimali e sui massimali di reddito. I contributi devono essere versati entro le scadenze indicate nella stessa circolare, mediante i modelli F24 disponibili nel servizio online.

  • Bonus asilo nido: attiva la procedura di domanda per il 2020
    on 18 Febbraio 2020 at 07:00

    Si comunica che è attiva dal 17 gennaio 2020 la procedura che consente l’inserimento delle domande di bonus nido per l’anno 2020. La misura, come noto, si colloca nell’ambito degli interventi normativi a sostegno del reddito delle famiglie per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare, in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche. La legge 27 dicembre 2019, n. 160 ha incrementato, a decorrere dall'anno 2020, l’importo del contributo per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati, nonché per l'introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche, portandolo fino ad un massimo di 3.000 euro su base annua per i nuclei familiari in possesso di ISEE minorenni in corso di validità (riferito al minore per il quale è richiesta la prestazione) fino a 25.000 euro. Per i nuclei familiari con un ISEE minorenni compreso tra 25.001 e 40.000 euro, l’agevolazione potrà spettare in misura pari a un massimo di 2.500 euro. Infine, spetterà l’importo minimo di 1.500 euro nell’ipotesi di ISEE minorenni oltre la predetta soglia di 40.000 euro, ovvero in assenza dell’ISEE. Il premio è corrisposto direttamente dall’INPS su domanda del genitore che può presentare la domanda per il minore nato o adottato in possesso dei requisiti di legge. Coloro che hanno già presentato domanda di bonus nido nel 2019 e abbiano provveduto al pagamento di almeno una mensilità da settembre a dicembre dello stesso anno, invece, stanno ricevendo un sms che permetterà, tramite accesso con PIN Inps, SPID, CNS o CIE, di confermare o modificare i dati nella domanda precompilata dall’Istituto, senza doverne riproporre una nuova per l’anno 2020. La domanda, come di consueto, deve essere presentata attraverso i seguenti canali: WEB - tramite il servizio on line dedicato accessibile direttamente dal cittadino in possesso di un PIN INPS dispositivo, di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per l’accesso ai servizi telematizzati dell’Istituto; Contact Center multicanale - chiamando da telefono fisso il numero verde gratuito 803 164 o da telefono cellulare il numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico, se in possesso di PIN; Patronati - attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN. Nella circolare INPS 14 febbraio 2020, n. 27 vengono fornite maggiori informazioni in merito ai benefici previsti e alle modalità di presentazione delle relative domande di accesso per l’anno 2020. Bonus asilo nido: precisazioni Con l’occasione, si ritiene necessario fornire alcuni chiarimenti sul bonus asili nido 2019, con riferimento agli articoli di stampa relativi al mancato pagamento dei bonus nido 2019 a causa dell’esaurimento dei fondi. A tale proposito, l’INPS ribadisce che tutte le domande correttamente presentate per il 2019 sono coperte da budget e pertanto in corso di liquidazione, previa verifica delle fatture inviate dai cittadini. L’esaurimento del budget per il 2019, infatti, ha come unico effetto l’impossibilità di presentare nuove domande per la predetta annualità 2019. Sono in corso accertamenti su eventuali anomalie riferite a singole posizioni. Si sottolinea che, ai fini della corretta liquidazione della prestazione, è necessario naturalmente aver inserito nella domanda tutte le mensilità per le quali si richiede il pagamento. Il sistema procede in tal modo a impegnare correttamente le relative somme. Con il messaggio 17 febbraio, n. 596 si ricorda infine, agli utenti che ancora non avessero provveduto, che il termine ultimo per allegare la documentazione di spesa relativa alle domande di bonus nido 2019 è fissato al 1° aprile 2020. Tale tempistica viene estesa altresì alle strutture private autorizzate.

  • Osservatorio Reddito di Cittadinanza: aggiornamento dati cartacei
    on 17 Febbraio 2020 at 07:00

    Nell’Osservatorio sul Reddito di Cittadinanza è stata pubblicata l’Appendice statistica con i dati aggiornati al 10 febbraio 2020, relativi ai nuclei percettori di Reddito/Pensione di Cittadinanza e di Reddito di Inclusione tra aprile 2019 e gennaio 2020. Da questo mese i dati navigabili sono disponibili alla consultazione per anno di competenza della prestazione, mentre i dati cartacei forniti nell’Appendice Statistica si riferiscono all’intero periodo aprile 2019 - gennaio 2020.

  • Assegno di natalità 2020: aggiornamenti
    on 17 Febbraio 2020 at 07:00

    La legge di bilancio 2020 ha esteso l’assegno di natalità, anche detto "Bonus Bebè”, per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre dello stesso anno. La circolare INPS 14 febbraio 2020, n. 26 ne illustra la disciplina, fornendo le istruzioni operative e contabili. Nell’ambito del quadro normativo di riferimento, è prevista una modulazione dell’importo spettante per fascia ISEE e una maggiorazione del 20% in caso di figlio successivo al primo. Per il 2020, in assenza di ISEE in corso di validità al momento della presentazione della domanda, a differenza degli scorsi anni, l’assegno di natalità potrà ugualmente essere corrisposto, ma nella misura minima di 80 euro al mese oppure di 96 euro al mese in caso di figlio non primogenito. L’importo dell’assegno potrà successivamente essere integrato della differenza eventualmente spettante, in seguito alla ricezione da parte dell’INPS della dichiarazione ISEE mancante.

  • Prescrizione contributi pensionistici dipendenti pubblici: chiarimenti
    on 14 Febbraio 2020 at 07:00

    Con la circolare INPS 15 novembre 2017, n. 169, l’Istituto è intervenuto in materia di prescrizione dei contributi pensionistici dovuti alla Gestione dipendenti pubblici, indicando le modalità per finanziare l’onere dei periodi retributivi non assistiti dal corrispondente versamento di contribuzione prescritta, confermando il termine di prescrizione quinquennale dei contributi di previdenza e assistenza obbligatoria. La circolare INPS 13 febbraio 2020, n. 25 fornisce ulteriori chiarimenti in merito alla valorizzazione dei periodi retributivi per i quali risulti prescritta la contribuzione dovuta alla Gestione dipendenti pubblici. Sono illustrate, inoltre, le modalità di regolarizzazione contributiva dei periodi retributivi da parte di datori di lavoro che sono pubbliche amministrazioni, la valorizzazione a decorrere dal 1° gennaio 2020 dei periodi assicurativi con contribuzione prescritta da parte dei datori di lavoro che non sono pubbliche amministrazioni, nonché le indicazioni operative per la costituzione della rendita vitalizia.

  • Pescatori autonomi: aliquota contributiva 2020
    on 14 Febbraio 2020 at 07:00

    Con circolare INPS 13 febbraio 2020, n. 24, l’Istituto comunica che, nel 2020, l’aliquota contributiva applicata ai lavoratori autonomi che svolgono attività di pesca resta ferma al 14,90%. Il contributo mensile, invece, è di 101,32 euro. La circolare, inoltre, fornisce indicazioni sulle modalità di versamento del contributo, indica la misura del salario giornaliero e specifica che le imprese che esercitano la pesca costiera e nelle acque interne e lagunari possono continuare a fruire degli sgravi previsti dalla legge 23 dicembre 2000, n. 388, con le stesse modalità degli anni precedenti. A decorrere dal periodo gennaio 2020, quindi, le imprese possono fruire del beneficio nella misura del 44,32%. Nel 2020, di conseguenza, il contributo mensile, al netto dell’agevolazione, deve essere corrisposto in misura pari a 56,42 euro.

  • Lavoratori call center: sostegno al reddito, istruzioni contabili
    on 12 Febbraio 2020 at 07:00

    La legge 28 marzo 2019, n. 26 ha previsto, per il 2019, un finanziamento di 20 milioni di euro per le misure di sostegno del reddito a favore dei lavoratori dipendenti dalle imprese del settore dei call center. La circolare INPS 11 febbraio 2020, n. 21 fornisce istruzioni operative e contabili alle aziende ammesse al trattamento di sostegno al reddito, descrivendo le modalità di gestione delle domande di indennità del settore e indicando la corretta compilazione del flusso UNIEMENS.

  • Tutela pazienti con patologie oncologiche: convenzione INPS-Gemelli
    on 11 Febbraio 2020 at 07:00

    Martedì 11 febbraio si è tenuta a Roma la conferenza stampa sulla firma della Convenzione tra INPS e Policlinico Universitario Agostino Gemelli (IRCCS), finalizzata alla tutela dei minori e dei soggetti con patologie oncologiche ricoverati e in cura presso l’ospedale. La Convenzione, che riguarda le domande per le prestazioni INPS in materia assistenziale, si pone l’obiettivo di assicurare anche alle fasce più deboli i relativi servizi presso il Policlinico Gemelli, con l’auspicio che tale modello di collaborazione possa essere esteso anche ad altre istituzioni. In allegato è possibile consultare il programma della conferenza stampa, organizzata a Palazzo Wedekind.

  • Integrazione salariale e indennità di disoccupazione: importi 2020
    on 11 Febbraio 2020 at 07:00

    La circolare INPS 10 febbraio 2020, n. 20 riporta la misura degli importi massimi, in vigore dal 1° gennaio 2020, di: trattamenti di integrazione salariale; assegno ordinario ed emergenziale per il Fondo Credito; assegno emergenziale per il Fondo Credito Cooperativo; indennità di disoccupazione  NASpI; indennità di disoccupazione DIS-COLL; indennità di disoccupazione agricola. È, inoltre, indicata la misura dell’importo mensile dell’assegno per Attività Socialmente Utili (ASU).

  • Estate INPSieme Italia ed estero: accreditamento soggiorni vacanze
    on 11 Febbraio 2020 at 07:00

    Con l’obiettivo di offrire agli iscritti maggiori garanzie di qualità e controllo del servizio e dare l’opportunità ai partecipanti di integrarsi in gruppi per la crescita umana e culturale, l’Istituto intende creare un elenco di pacchetti vacanze offerti da soggetti specializzati nel settore dei soggiorni studio in Italia e all’estero, tra i quali i beneficiari potranno liberamente scegliere. In quest’ottica è stato pubblicato l’Avviso di accreditamento soggiorni vacanze Estate INPSieme Italia ed Estero 2020. L’ammissione alla procedura di accreditamento è riservata ai pacchetti soggiorno-vacanza di gruppo non itineranti organizzati da un unico fornitore nella formula “viaggi di gruppo tutto compreso”, relativi ai bandi Estate INPSieme Italia ed Estate INPSieme Estero per la stagione 2020. Le proposte di accreditamento dei pacchetti vacanze in Italia e all’estero dovranno essere presentate per via telematica dal 26 febbraio al 16 marzo 2020.

  • Pensioni: adeguamento alla speranza di vita biennio 2021-2022
    on 10 Febbraio 2020 at 07:00

    L’Istituto, con la circolare INPS 7 febbraio 2020, n. 19, informa che dal 1° gennaio 2021 i requisiti di accesso al pensionamento, adeguati agli incrementi della speranza di vita, non sono ulteriormente incrementati. Nella circolare sono riportati i requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia, alla pensione anticipata e alla pensione di anzianità con il sistema delle cd. quote, adeguati agli incrementi della speranza di vita, validi per il biennio 2021-2022. Per lo stesso biennio, anche nei confronti del personale appartenente al comparto difesa, sicurezza e vigili del fuoco e dei lavoratori iscritti alla Gestione spettacolo e sport professionistici, i requisiti anagrafici e quelli contributivi, nelle ipotesi di pensionamento anticipato, non sono incrementati.

  • Fringe benefit e stock option: trasmissione dati entro il 20 febbraio
    on 10 Febbraio 2020 at 07:00

    Con il messaggio 7 febbraio 2020, n. 471, l’Istituto fornisce indicazioni sulla trasmissione dei dati relativi ai compensi erogati dalle aziende a titolo di fringe benefit e di stock option, ai fini dell’emissione delle Certificazioni Uniche. Le aziende interessate dovranno inviare telematicamente all’Istituto, entro il 20 febbraio 2020, i dati relativi ai compensi erogati nel 2019 al personale cessato dal servizio nel corso dello stesso anno. Per l’invio dei flussi è disponibile il servizio online sul portale dell’Istituto.

  • Cessione del quinto della pensione ed estinzione anticipata del debito
    on 10 Febbraio 2020 at 07:00

    L’INPS, nell’ambito del processo di semplificazione e progressiva dematerializzazione dell’azione amministrativa, ha realizzato una nuova funzione nella procedura che gestisce i contratti di finanziamento da estinguersi dietro cessione del quinto della pensione. Questa nuova funzione, denominata “Domanda chiusura piano per estinzione anticipata”, migliora qualitativamente il servizio offerto ai soggetti contraenti, pensionati cedenti e intermediari finanziari cessionari, ed è destinata alla chiusura del piano di ammortamento di una cessione nel caso in cui il debito venga estinto anticipatamente dal pensionato o per suo conto da un soggetto terzo. Con il messaggio 7 febbraio 2020, n. 470, l’Istituto fornisce le istruzioni relative alla gestione del nuovo servizio che consentirà agli intermediari finanziari  di richiedere la chiusura di un proprio piano di cessione del quinto della pensione. In particolare, il messaggio evidenzia le differenze con la precedente procedura relativa alla chiusura per “estinzione anticipata”, segnalando le nuove caratteristiche, gli ambiti di applicazione, le modalità operative per inoltrare domanda e per il calcolo del “conteggio estintivo”. Gli intermediari finanziari dovranno adeguare i propri sistemi informativi alla nuova funzione, affinché quest’ultima venga utilizzata in via esclusiva, ad eccezione dei casi specificati nel messaggio. In attesa dell’adeguamento dei sistemi informativi, saranno evase secondo la prassi finora utilizzata solo le richieste di chiusura piano che perverranno entro il 31 marzo 2020.

  • Estate INPSieme: pubblicati i bandi per soggiorni in Italia ed estero
    on 7 Febbraio 2020 at 07:00

    Sono disponibili online i bandi di concorso Estate INPSieme Italia ed Estate INPSieme Estero per il 2020. Ogni anno, infatti, l'INPS bandisce borse di studio per soggiorni estivi di vacanza e studio in Italia e all’estero. I soggiorni sono aperti ai figli, agli orfani e agli equiparati degli iscritti alla Gestione Fondo ex IPOST o alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (ex Fondo Credito). La domanda deve essere inviata dalle 12 del 18 febbraio fino alle 12 del 10 marzo 2020.

  • Corso di lingue all’estero 2020: pubblicato il bando
    on 7 Febbraio 2020 at 07:00

    È stato pubblicato il bando Corso di lingue all’estero (soggiorni studio), riservato a studenti che abbiano almeno 16 anni, che frequentino nell’anno scolastico 2019-2020 la classe seconda, terza, quarta o quinta di una scuola secondaria di secondo grado (scuola superiore) e che alla data del 30 giugno 2020 siano titolari di certificazione della conoscenza della lingua straniera, oggetto del corso almeno di livello B1 rilasciata dai competenti enti certificatori riconosciuti dal MIUR. Gli studenti devono essere figli o orfani ed equiparati: dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali; dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici; degli iscritti alla Gestione Fondo IPOST. La domanda deve essere trasmessa dalle 12 del 18 febbraio alle 12 del 10 marzo 2020.

  • Sportelli INPS, accesso solo su prenotazione: calendario sedi
    on 7 Febbraio 2020 at 07:00

    L’accesso agli sportelli di sede INPS, per la semplice richiesta di informazioni, sarà possibile solo tramite prenotazione. Il servizio di prenotazione esclusiva, avviato in via sperimentale in alcune sedi, sarà infatti esteso gradualmente in tutta Italia. Sarà sempre possibile rivolgersi agli sportelli, senza prenotazione, per alcuni servizi a rilascio immediato: estratto conto; codice PIN; Certificazione Unica; prospetto della pensione; stampa di documenti vari.L’Istituto, con la circolare INPS 29 gennaio 2020, n. 8, ha definito il piano di estensione del servizio di prenotazione esclusiva a tutte le strutture del territorio, in base al seguente calendario. Calendario sediDirezioni regionali e Direzioni di coordinamento metropolitano Strutture Data avvio DR Veneto Tutte le strutture 03/02/2020 DCM Roma Tutte le strutture 03/02/2020 DR Umbria Tutte le strutture 30/03/2020 DR Emilia Romagna Tutte le strutture (ad eccezione di quelle riportate nell'allegato 3 della circolare INPS 8/2020 ) 01/04/2020 DR Lazio Tutte le strutture 01/04/2020 DR Abruzzo Tutte le strutture 01/04/2020 DR Molise Tutte le strutture 01/04/2020 DR Valle D’Aosta Tutte le strutture 01/04/2020 DR Piemonte Direzioni provinciali di Alessandria, Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e relative agenzie 01/04/2020 DR Piemonte Direzioni provinciali di Torino, Asti, Cuneo, Vercelli e relative agenzie 04/05/2020 DR Toscana Direzioni provinciali di Arezzo, Livorno, Pistoia e relative agenzie 01/04/2020 DR Toscana Direzioni provinciali di Grosseto, Massa Carrara, Prato, Siena e relative agenzie 01/06/2020 DR Toscana Direzioni provinciali di Firenze, Lucca, Pisa e relative agenzie 01/09/2020 DR Puglia DP Taranto 01/04/2020 DR Puglia Direzioni provinciali di Bari, Andria, Brindisi, Foggia, Lecce, Agenzia complessa di Casarano, Agenzie territoriali di Castellaneta e Manduria 01/06/2020 DR Puglia Rimanenti agenzie 01/10/2020 DR Liguria Direzioni provinciali di Genova, Savona, La Spezia e relative agenzie 04/05/2020 DCM Milano Tutte le strutture 04/05/2020DR Basilicata Tutte le strutture 04/05/2020DR Sardegna Tutte le strutture 04/05/2020 DR Campania Direzioni provinciali e agenzie 04/05/2020 DR Campania Agenzie territoriali 01/09/2020 DCM Napoli Filiali metropolitane e agenzia complessa NA Soccavo 04/05/2020 DCM Napoli Agenzie territoriali 01/10/2020DR Sicilia Agenzie territoriali di Canicattì, Corleone, Nicosia e Misilmeri 01/06/2020 DR Calabria Tutte le strutture 01/06/2020 DR Marche Tutte le strutture 01/06/2020 DR Trentino Alto Adige DP Trento e relative agenzie 01/06/2020 DR Trentino Alto Adige DP Bolzano e relative agenzie 01/11/2020 DR Friuli Venezia Giulia Tutte le strutture 01/07/2020 Sportelli INPS: come prenotare l’accesso È possibile prenotare l’accesso per la giornata corrente o per i giorni successivi, scegliendo anche l’orario di accesso, evitando così la fila, con diverse modalità: da smartphone o tablet, tramite il servizio “Sportelli di sede” sull’app INPS Mobile; se in possesso di PIN, tramite il servizio “Sportelli di sede” sul portale dell’Istituto; chiamando il contact center al numero 803.164 (da rete fissa) o 06.164.164 (da rete mobile); direttamente presso le sedi INPS. Di seguito è disponibile un video tutorial che spiega, passo dopo passo, come utilizzare il servizio di prenotazione. Vai al video tutorial

  • Opzione donna: indicazioni sull’accesso alla pensione
    on 7 Febbraio 2020 at 07:00

    La legge di bilancio 2020 ha esteso la possibilità del pensionamento anticipato riservato alle donne (la cosiddetta “Opzione donna”) alle lavoratrici che, al 31 dicembre 2019, abbiano compiuto 58 anni di età, se dipendenti, e 59 anni, se autonome, e che abbiano maturato almeno 35 anni di contributi, a condizione che optino per la liquidazione della pensione con le regole di calcolo del sistema contributivo. La circolare INPS 7 febbraio 2020, n. 18 informa che il 1° gennaio 2020 la disposizione è entrata in vigore, permettendo alle lavoratrici che abbiano maturato i requisiti entro tale data di accedere al pensionamento. Il diritto alla decorrenza della pensione si consegue trascorsi: 12 mesi dalla data di maturazione dei requisiti, nel caso in cui il trattamento pensionistico sia liquidato a carico delle forme di previdenza dei lavoratori dipendenti; 18 mesi dalla data di maturazione dei requisiti, nel caso in cui il trattamento sia liquidato a carico delle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi. Le lavoratrici del comparto scuola e AFAM possono conseguire la pensione rispettivamente a decorrere dal 1° settembre 2020 e dal 1° novembre 2020. Le lavoratrici che hanno perfezionato i requisiti entro il 31 dicembre 2019 possono conseguire la pensione anche successivamente alla prima decorrenza utile. La decorrenza della pensione non può essere comunque anteriore al 2 gennaio 2020, giorno successivo alla data di entrata in vigore della legge.

  • Lavoratori domestici: importi contributi 2020
    on 6 Febbraio 2020 at 07:00

    L’ISTAT ha comunicato una variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati nel 2018 e 2019, pari allo 0,5%. Sono state quindi stabilite le nuove fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per i lavoratori domestici nel 2020. Sono confermati la minore aliquota dovuta per l’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI) dai datori di lavoro soggetti al contributo Cassa Unica Assegni Familiari (CUAF) e il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali, dovuto per i rapporti di lavoro a tempo determinato. La circolare INPS 6 febbraio 2020, n. 17 riporta le tabelle con l’importo dei contributi dovuti dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 e la ripartizione delle aliquote assicurative e previdenziali.

  • Home Care Premium: le graduatorie di febbraio 2020
    on 6 Febbraio 2020 at 07:00

    Sono state pubblicate le graduatorie dei vincitori e degli idonei, al 6 febbraio 2020, alla prestazione Home Care Premium. Il programma, rivolto ai dipendenti e pensionati pubblici, i loro coniugi e parenti e affini di primo grado non autosufficienti, prevede l’erogazione da parte dell’Istituto di contributi economici mensili, le “prestazioni prevalenti”, finalizzati al rimborso di spese sostenute per l’assunzione di un assistente domiciliare. Nelle graduatorie dei bandi, nel rispetto della normativa sulla privacy, è stato indicato esclusivamente il numero di protocollo INPS.

  • Long Term Care: le graduatorie di febbraio 2020
    on 6 Febbraio 2020 at 07:00

    Sono state pubblicate le graduatorie dei vincitori e degli idonei, al 5 febbraio 2020, alle prestazioni Long Term Care. Il concorso è finalizzato al riconoscimento di un contributo economico per sostenere il costo di ricovero in residenze sanitarie assistenziali di persone con disabilità. Nelle graduatorie dei bandi, nel rispetto della normativa sulla privacy, è stato indicato esclusivamente il numero di protocollo INPS.

  • Fondo di Tesoreria: chiarimenti sul trasferimento delle quote di TFR
    on 5 Febbraio 2020 at 07:00

    Con il messaggio 4 febbraio 2020, n. 413 l’INPS fornisce chiarimenti sulla portabilità delle quote di TFR accantonate presso il Fondo di Tesoreria a un altro fondo di previdenza complementare. Il Fondo di Tesoreria, costituito presso l’INPS, garantisce ai dipendenti privati l’erogazione del trattamento di fine rapporto. Al versamento del contributo sono tenuti i datori di lavoro del settore privato che abbiano alle proprie dipendenze almeno cinquanta lavoratori. Questo fondo, specifica l’Istituto, è configurabile come una gestione di natura previdenziale. Di conseguenza, le quote di TFR pregresse, accantonate presso il Fondo di Tesoreria, non possono essere trasferite presso un fondo di previdenza complementare al quale il lavoratore ha scelto di aderire. Le richieste di portabilità non potranno, dunque, essere accolte.

  • Crollo ponte Morandi di Genova: agevolazioni per le imprese
    on 5 Febbraio 2020 at 07:00

    Dopo il crollo del Ponte Morandi del 14 agosto 2018, il Governo ha istituito a Genova una Zona Franca Urbana (ZFU), per rilanciare il sistema produttivo locale e sostenere le attività presenti nell’area, attraverso una serie di sgravi fiscali. In particolare, alle imprese localizzate nella ZFU viene riconosciuta l’esenzione dai contributi previdenziali e assistenziali con esclusione dei premi per l'assicurazione obbligatoria infortunistica, sulle retribuzioni da lavoro dipendente. Questo esonero spetta, alle stesse condizioni, anche ai titolari di reddito di lavoro autonomo che svolgono l'attività all'interno della ZFU. L’esonero, inoltre, spetta alle imprese che hanno avviato la propria attività all'interno di questa zona entro il 31 dicembre 2019, limitatamente al primo anno di attività. L’Agenzia delle Entrate, a inizio agosto, ha reso noto il codice tributo “Z161” che le imprese interessate dovranno inserire nel modello F24 per usufruire delle agevolazioni. La circolare INPS 4 febbraio 2020, n. 14 fornisce le istruzioni operative e l’ambito di applicazione delle agevolazioni fiscali e contributive, riconosciute esclusivamente per i periodi di imposta 2018 e 2019, nei limiti delle risorse disponibili e nel rispetto del regime in materia di aiuti di Stato. Nella circolare, inoltre, in riferimento ai soggetti che svolgono attività agricole, si evidenzia che la quota di contribuzione INAIL, esclusa dall’esonero, deve essere versata con le consuete modalità.

  • Brexit: istruzioni INPS su prestazioni previdenziali e assistenziali
    on 5 Febbraio 2020 at 07:00

    Il Consiglio europeo ha adottato la decisione relativa alla conclusione dell'accordo sul recesso del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord dall'Unione europea. L'adozione fa seguito al voto con cui il 29 gennaio il Parlamento europeo ha dato la sua approvazione e alla firma dell'accordo di recesso da parte dell'UE e del Regno Unito, avvenuta il 24 gennaio. L'accordo di recesso, entrato in vigore il 31 gennaio 2020 all'uscita del Regno Unito dall'Unione, segna l'inizio di un periodo transitorio, il cui scopo è quello di garantire più tempo ai cittadini e alle imprese per adeguarsi alla nuova situazione. Il periodo transitorio, salvo proroghe, terminerà il 31 dicembre 2020. Durante il periodo transitorio il Regno Unito, anche se ha cessato di essere uno Stato membro dell’Unione europea, continuerà ad applicare il diritto dell'Unione. A seguito del recesso, con la circolare INPS 4 febbraio 2020, n. 16 l’Istituto fornisce le istruzioni operative in materia di prestazioni pensionistiche, familiari, di disoccupazione, malattia, maternità e paternità, legislazione applicabile, distacchi di lavoratori all’estero, recuperi di contributi e prestazioni indebite, pensionistiche e non pensionistiche, e sulle modalità degli scambi di informazioni tra istituzioni previdenziali. Si segnala, in particolare, che per l’accertamento del diritto e il calcolo delle prestazioni previdenziali, durante il periodo transitorio ai cittadini dell’Unione e del Regno Unito continueranno ad applicarsi i regolamenti comunitari (CE) 883/2004 e 987/2009 in materia di totalizzazione dei periodi assicurativi.

  • Croce Rossa Italiana: obblighi di iscrizione e contributivi
    on 5 Febbraio 2020 at 07:00

    Con la circolare INPS 4 febbraio 2020, n. 13 l’Istituto chiarisce gli obblighi di iscrizione e gli obblighi contributivi del personale civile e del corpo militare della Croce Rossa Italiana (CRI) e, successivamente, dell’Ente Strumentale alla Croce Rossa Italiana (ESACRI), per effetto del decreto legislativo 28 settembre 2012, n. 178, che ha riorganizzato l’associazione stessa. Il regime contributivo applicabile al personale dell’ESACRI trasferito per mobilità ad altre amministrazioni pubbliche è definito dal messaggio 30 marzo 2018, n. 1422.

  • Lavoratori italiani all’estero: retribuzioni convenzionali 2020
    on 4 Febbraio 2020 at 07:00

    Con la circolare INPS 4 febbraio 2020, n. 15 l’Istituto comunica quali sono le retribuzioni convenzionali da prendere a riferimento per il calcolo dei contributi dovuti, per il 2020, a favore dei lavoratori operanti all’estero in Paesi extracomunitari non legati all’Italia da accordi di sicurezza sociale. Le retribuzioni convenzionali si applicano non soltanto ai lavoratori italiani, ma anche ai lavoratori cittadini degli altri Stati membri dell’UE e ai lavoratori extracomunitari, titolari di un regolare titolo di soggiorno e di un contratto di lavoro in Italia, inviati dal proprio datore di lavoro in un Paese extracomunitario. Le retribuzioni convenzionali, inoltre, trovano applicazione, in via residuale, anche nei confronti dei lavoratori operanti in Paesi convenzionati, limitatamente alle assicurazioni non contemplate dagli accordi di sicurezza sociale.

  • Gestione Separata: aliquote contributive 2020
    on 4 Febbraio 2020 at 07:00

    Con la circolare INPS 3 febbraio 2020, n. 12, l’Istituto comunica le aliquote e il valore minimale e massimale del reddito erogato per il calcolo dei contributi dovuti nel 2020 dagli iscritti alla Gestione Separata, di cui all’articolo 2, comma 26, legge 8 agosto 1995, n. 335. La circolare fissa le aliquote contributive, previdenziali e assicurative, dovute da collaboratori e figure assimilate e liberi professionisti, differenziandole per soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie e soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria. Sono inoltre specificate le percentuali di ripartizione dell’onere contributivo.

  • ISEE precompilato: online il servizio
    on 3 Febbraio 2020 at 07:00

    Da oggi è possibile accedere telematicamente alla Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) in modalità precompilata (cosiddetto ISEE precompilato). Una novità, questa, che viene incontro alle esigenze dei cittadini, evitando code e sprechi di tempo. Il servizio online, infatti, agevola e semplifica la compilazione della DSU con dati precompilati grazie alla condivisione delle informazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate e dall’INPS. All’interno del servizio, nella sezione “Come fare?”, sono disponibili alcuni tutorial utili a comprendere le varie fasi del processo di acquisizione della dichiarazione precompilata. Per tutti i dettagli sul processo e sulle modalità di acquisizione della DSU, inoltre, è possibile consultare il messaggio 13 gennaio 2020, n. 96. Va infine precisato che il cittadino può comunque ottenere l’ISEE presentando la DSU anche nella modalità non precompilata, come indicato nello stesso messaggio.

  • VisitINPS Scholars: bando per 25 programmi di ricerca
    on 3 Febbraio 2020 at 07:00

    Con determinazione presidenziale 14 gennaio 2020, n. 3 è stato approvato il bando di selezione per la definizione di una graduatoria di idonei finalizzata all’assegnazione di 25 programmi di ricerca “VisitInps Scholars Program di tipo B”. I progetti di ricerca da realizzare dovranno essere coerenti con i temi ricompresi nell’ambito delle Aree di ricerca strategiche dell’Istituto (individuate con determinazione dell'Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione 3 luglio 2019, n. 75). Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione scade alle 16 (ora italiana) del 3 aprile 2020.

  • Pensionati: il cedolino di pensione di febbraio 2020
    on 3 Febbraio 2020 at 07:00

    Il cedolino della pensione, accessibile tramite servizio online, è il documento che consente ai pensionati di verificare l’importo erogato ogni mese dall’INPS e di conoscere le ragioni per cui tale importo può variare. Si riportano di seguito le informazioni sulle voci che compongono il cedolino della pensione di febbraio 2020. Trattenute fiscali Per quanto riguarda le prestazioni fiscalmente imponibili, oltre all’IRPEF mensile, vengono trattenute le addizionali regionali e comunali relative al 2019. Si ricorda che queste trattenute, relative all’anno precedente, sono infatti effettuate in 11 rate nell’anno successivo. Proseguono, inoltre, le trattenute fiscali, sempre relative al 2019, nel caso in cui l’IRPEF mensile del 2019 sia stata pagata in misura inferiore rispetto a quanto dovuto su base annua. In linea generale, tale recupero viene effettuato in 2 rate a decorrere dal mese di gennaio e si conclude con la mensilità di febbraio 2020. Nel solo caso di pensionati con importo annuo complessivo dei trattamenti pensionistici fino a 18.000 euro, per il quali il ricalcolo dell’IRPEF ha determinato un conguaglio a debito di importo superiore a 100 euro, la rateazione viene estesa fino alla mensilità di novembre (articolo 38, comma 7, legge 122/2010). Le somme conguagliate verranno certificate nella Certificazione Unica 2020. Le prestazioni di invalidità civile, le pensioni o gli assegni sociali, le prestazioni non assoggettate alla tassazione per particolari motivazioni (detassazione per residenza estera, vittime del terrorismo) non subiscono trattenute fiscali. Conguagli sulla pensione Nella pensione di febbraio vengono restituite le somme erroneamente trattenute ai pensionati a gennaio 2020, riferite al 2019. Si tratta dei casi in cui la quota di pensione relativa all’incremento derivante dall’applicazione della sentenza 70/2015, e perequata tempo per tempo, è stata defalcata dall’importo lordo da gennaio a dicembre 2019. Di conseguenza, era stato calcolato il debito per il 2019, e l’importo mensile lordo della pensione, a gennaio 2020, era risultato inferiore a quello dovuto. Nella tabella, in grassetto, sono riportati degli esempi + 2.455,33 Pensione lorda = importo lordo mensile della pensione correttamente rivalutata per il 2020 + 147,17 Conguaglio per arretrati = rimborso delle trattenute erroneamente effettuate per il 2019 - 68,32 Conguaglio pensione da rinnovo = seconda rata del debito, inclusa nel rimborso + 2.534,18 Importo lordo del pagamento - 0,01 Contributo ex ONPI - 0,35 Conguaglio IRPEF a debito da ricostituzione = recupero IRPEF relativo alla mensilità di gennaio correlato al nuovo importo lordo di pensione - 567,97 Trattenute IRPEF - 36,04 IRPEF anni precedenti da conguaglio arretrati = trattenuta fiscale relativa al rimborso. La somma sarà conguagliata a marzo in sede di consuntivazione fiscale del 2019 - 46,18 Addizionale IRPEF regionale a debito del pensionato anno 2019 - 16,26 Addizionale IRPEF comunale a debito del pensionato anno 2019 + 1.867,37 Importo netto del pagamento Riduzione pensioni di importo elevato Proseguono le trattenute riferite all’anno corrente. È stato, inoltre effettuato il ricalcolo a consuntivo di quanto trattenuto nel corso dell’anno 2019. Nei casi in cui la trattenuta effettuata nel 2019 sia stata superiore al dovuto, viene posto in pagamento l’importo a credito del pensionato. Nei casi in cui la trattenuta effettuata nel 2019 sia stata inferiore al dovuto, viene applicata la prima trattenuta del recupero che verrà effettuato complessivamente in 3 rate. Il rimborso fiscale riferito al recupero dell’importo a debito sarà conguagliato con il cedolino di marzo 2020, in sede di consuntivazione fiscale. Nella tabella, in grassetto, sono riportati degli esempi + 109.086,6600  Pensione lorda - 0,01 Contributo ex ONPI - 30.242,1400  Trattenute IRPEF - 37.432,4400  Riduzione pensione legge 145/2018 = trattenuta mensile relativa all’anno corrente - 20.692,1900  Conguaglio riduzione legge 145 debito 2019 = prima rata del conguaglio relativo al 2019 - 676,5400  Addizionale IRPEF regionale a debito del pensionato anno 2019 - 315,4300  Addizionale IRPEF comunale a debito del pensionato anno 2019 + 19.727,9100  Importo netto del pagamento Pensionati delle gestioni pubbliche Per i pensionati delle gestioni pubbliche ai quali è stato notificato il debito, a seguito della verifica delle prestazioni collegate al reddito che erano state anticipate nel 2017 in via provvisoria (ad esempio: assegno al nucleo familiare, somma aggiuntiva, pensioni ai superstiti soggette a riduzione per limiti di cumulabilità di cui all’art. 1, comma 41 della legge n. 335/1995) viene avviato il recupero mensile. Nella tabella, in grassetto, viene riportato un esempio + 8.572,84 Pensione lorda - 4.286,42 Riduzione tab. F l. 335/95 - 1.481,62 IRPEF netta - 938,20 Ritenute arretrato cumulo tab. F - a.p. scadenza 05/2024 - 33,44 Addizionale comunale scadenza 11/2020 scadenza 11/2020 - 241,91 Addizionale regionale - 1.591,25 Importo netto del pagamento

  • Sportelli INPS Roma e provincia: nuovo accesso con prenotazione
    on 3 Febbraio 2020 at 07:00

    Dal 3 febbraio, l’accesso agli sportelli informativi delle sedi INPS di Roma e provincia è possibile soltanto su prenotazione. Il servizio “Sportelli di sede”, già attivo in altre regioni, offre la possibilità di prenotare l’accesso agli sportelli per la giornata corrente o per i giorni successivi, scegliendo anche l’orario di accesso, evitando così inutili attese e perdite di tempo. È possibile prenotare con diverse modalità: da smartphone o tablet, tramite il servizio “Sportelli di sede” sull’app INPS Mobile; se in possesso di PIN, tramite il servizio “Sportelli di sede” sul portale dell’Istituto; chiamando il contact center al numero 803.164 (da rete fissa) o 06.164.164 (da rete mobile); direttamente presso le sedi INPS. È possibile comunque accedere senza prenotazione agli sportelli veloci delle sedi, per chiedere i servizi a rilascio immediato.

  • Incarichi dirigenziali di livello non generale: interpello per posti funzione centrali e territoriali
    on 1 Febbraio 2020 at 07:00

    Con determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione n. 119 del 25 ottobre 2019 è stato ridefinito l’Ordinamento dei servizi centrali e territoriali dell’Istituto e, in esecuzione dello stesso, sono stati attribuiti dall’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione gli incarichi di livello dirigenziale generale. A seguito dell’aggiornamento della clusterizzazione organizzativa delle strutture territoriali dell’Istituto, di cui alle determinazioni dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione nn. 4 e 5 del 16 gennaio 2020, con determinazione del Direttore generale n. 22 del 31 gennaio 2020 sono state attribuite le Aree dirigenziali di seconda fascia alle strutture della Direzione generale e delle Direzioni regionali e di Coordinamento metropolitano. Inoltre, con determinazione del Direttore generale n. 23 del 31 gennaio 2020 sono stati individuati i posti funzione di livello dirigenziale da inserire nelle fasce di retribuzione denominate “A0 super, A0, A1 e B”, istituite con determinazione presidenziale n. 112 del 12 ottobre 2015. Ciò premesso, si rende necessario avviare, su base nazionale, le procedure per il conferimento degli incarichi dirigenziali non generali, come di seguito riportati, con decorrenza 1° marzo 2020, secondo la previsione dell’articolo 19 del Decreto Legislativo n. 165/2001, delle disposizioni contenute nella Determinazione presidenziale n. 133 del 12 ottobre 2016 “Criteri e modalità per il conferimento degli incarichi dirigenziali” e delle disposizioni contenute nel Regolamento in materia di rotazione del personale di cui alla legge 190/2012, adottato con determinazione presidenziale n. 26 del 20 marzo 2018. Il personale appartenente al ruolo dirigenziale dell’Istituto potrà inviare, entro dieci giorni dalla pubblicazione del messaggio 31 gennaio 2020, n. 361, la manifestazione di disponibilità per i predetti posti funzione utilizzando la procedura informatica accessibile dal sito intranet dell’Istituto, seguendo il percorso Home/Servizi ai dipendenti/Interpello dirigenti. L’interpello di cui al messaggio è rivolto anche ai dirigenti appartenenti ai ruoli di altre amministrazioni pubbliche ai sensi dell’art. 19, comma 5 bis, del D.lgs n. 165/01, ovvero ai soggetti di cui all’art. 19, comma 6, del medesimo decreto legislativo. La manifestazione di interesse e disponibilità per i posti funzione sopra specificati da parte dei predetti soggetti dovrà pervenire entro dieci giorni dalla pubblicazione del presente messaggio, per un massimo di tre preferenze, alla casella AdesioniTitolaritaSedi@inps.it secondo il format allegato al messaggio (allegato 6). Per le informazioni di dettaglio si rimanda al messaggio.

  • Mutui ipotecari edilizi: nuovi tassi di interesse
    on 31 Gennaio 2020 at 07:00

    L’INPS, con determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione 29 gennaio 2020, n. 12, al fine di assicurare l’effettivo perseguimento della funzione sociale delle prestazioni mutualistiche, ha disposto, per i mutui ipotecari edilizi ai dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, la rideterminazione dei tassi di interesse applicati dall’Istituto, in adeguamento all’andamento dei tassi di mercato. I nuovi tassi di interesse, riportati nella nota informativa in allegato, entreranno in vigore dal 1° febbraio 2020. Le variazioni introdotte riguardano: i mutui erogati e le surroghe richieste a far data 1° febbraio 2020; le domande di rinegoziazione ex articolo 20, comma 5, del vigente Regolamento dei mutui ipotecari, così come modificato dalla determinazione dell’Organo munito dei poteri del Consiglio di Amministrazione 29 gennaio 2020, n. 11. Il testo delle determinazioni n. 11 e n. 12 del 29 gennaio 2020 sarà integralmente pubblicato sul portale dell’Istituto nella sezione “Amministrazione trasparente”.

  • Dipendenti pubblici: limite ordinamentale e assegno di invalidità
    on 31 Gennaio 2020 at 07:00

    Con circolare INPS 30 gennaio 2020, n. 10 l’Istituto fornisce istruzioni in merito all’applicazione, per i lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni titolari di assegno di invalidità, del limite ordinamentale. Il limite ordinamentale, previsto per il collocamento a riposo d'ufficio, non è modificato dall'innalzamento dei requisiti anagrafici per la pensione di vecchiaia. Considerato che l’assegno ordinario di invalidità si trasforma in pensione di vecchiaia ai sensi dell’articolo 1, comma 10, legge 222/1984, sono stati chiesti chiarimenti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri relativamente ai casi in cui il dipendente decida di non esercitare subito il diritto all’accesso alla pensione di vecchiaia. In questo caso l’amministrazione manterrà il rapporto di lavoro fino al compimento del limite ordinamentale di 65 anni. Al raggiungimento di questa età, in considerazione della previa maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia anticipata, il dipendende potrà essere collocato a riposo, contando sulla conversione dell’assegno di invalidità in pensione di vecchiaia. Nella circolare, inoltre, vengono riepilogati i requisiti e le condizioni per l’accesso alla pensione di vecchiaia anticipata: l’accertamento dello stato di invalidità in misura non inferiore all’80%; il compimento dell’età anagrafica (55 anni per le donne, 60 anni per gli uomini) adeguata agli incrementi alla speranza di vita (per il 2019 e 2020, gli incrementi applicati sono pari a 12 mesi); la maturazione dell’anzianità contributiva minima di 20 anni nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti; il decorso di 12 mesi dalla data di maturazione del requisito (anagrafico, contributivo o sanitario) da ultimo perfezionato.

  • Soggiorni primaverili 2020 Case del Maestro: pubblicato il bando
    on 31 Gennaio 2020 at 07:00

    È stato pubblicato il bando di concorso per i soggiorni primaverili 2020 presso le Case del Maestro, rivolto agli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale in servizio o in pensione e loro parenti entro il secondo grado. Possono beneficiare dei soggiorni anche i vedovi e gli orfani di iscritti e pensionati, minorenni alla data di scadenza del bando, insieme all’altro genitore o al tutore. La domanda deve essere trasmessa dalle 12 del 3 febbraio alle 12 del 17 febbraio 2020. La durata del soggiorno è di sei giorni (cinque notti) e si svolgerà nella struttura scelta dal 9 aprile al 14 aprile 2020

  • Pensioni decorrenti nel 2018 e nel 2019: i dati
    on 30 Gennaio 2020 at 07:00

    È stato pubblicato l’ Osservatorio di monitoraggio dei flussi di pensionamento  con i dati delle pensioni decorrenti nel 2018 e nel 2019. Il monitoraggio riguarda i trattamenti liquidati fino al 2 gennaio 2020 dalle seguenti gestioni: Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD); coltivatori diretti, mezzadri e coloni; artigiani e commercianti; lavoratori parasubordinati; assegni sociali. Nel 2018 si è concluso il percorso di equiparazione dei requisiti per la pensione di vecchiaia tra uomini e donne nel settore dei dipendenti privati e dei lavoratori autonomi. L’età minima di accesso alla pensione di vecchiaia è di 66 anni e 7 mesi nel 2018 e di 67 anni nel 2019. Per quanto riguarda la pensione anticipata, nel 2018 è entrata stabilmente a regime la possibilità di pensionamento anticipato con soli 41 anni di contributi per i cosiddetti lavoratori precoci, nei limiti dei fondi stanziati e con richiesta di certificazione dei requisiti entro il 1° marzo 2018. Ad aprile 2019, inoltre, è stata istituita la pensione Quota 100, che consente l’uscita anticipata dal mondo del lavoro per tutti coloro che abbiano maturato almeno 38 anni di contributi con un’età minima di 62 anni. A fronte di tali novità, dal 2018 al 2019 si registra una diminuzione del 15% del numero di pensioni di vecchiaia e un aumento del 29% di quelle anticipate. Riguardo gli assegni sociali, dal momento che nel 2019 il requisito di età è aumentato da 66 anni e 7 mesi a 67 anni, per effetto dell'incremento della speranza di vita, la loro misura risulta nel primo semestre 2019 di entità esigua e riferibile esclusivamente ai cittadini già ultra 67enni che abbiano soddisfatto nel 2019 i requisiti reddituali di legge. Nel secondo semestre 2019 si registra un incremento del numero di assegni sociali liquidati, riconducibile a coloro che, bloccati a gennaio 2019 dall'incremento del requisito di età, sono riusciti ad agganciare il nuovo requisito anagrafico richiesto. Dall'analisi degli indicatori statistici si osserva infine che: il peso delle pensioni anticipate su quelle di vecchiaia aumenta nel 2019 di 56 punti percentuali rispetto al 2018; tale fenomeno è imputabile sia all'aumento dell'età per l’accesso alla pensione di vecchiaia sia all'introduzione della Quota 100; il rapporto tra le pensioni di invalidità e quelle di vecchiaia rimane pressoché costante nei due anni di analisi, dal momento che entrambe le categorie di pensione registrano una diminuzione nel 2019; la percentuale delle pensioni femminili su quelle maschili presenta nel 2019 un valore superiore a quello dell'anno precedente di nove punti percentuali; ciò significa un maggiore aumento delle pensioni femminili liquidate rispetto a quelle maschili; a livello territoriale il peso percentuale delle pensioni liquidate a residenti nel Nord Italia resta sostanzialmente uguale nei due anni considerati.I dati pubblicati subiranno variazioni a seguito della futura liquidazione di tutti i trattamenti con decorrenza anteriore al 31 dicembre 2019, dovuta allo smaltimento delle domande ancora in giacenza.

  • Lavoratori dipendenti: valori utili per il calcolo contributi 2020
    on 30 Gennaio 2020 at 07:00

    Con la circolare INPS 29 gennaio 2020, n. 9 l’Istituto comunica, relativamente al 2020, i valori del minimale di retribuzione giornaliera, del massimale annuo della base contributiva e pensionabile, del limite per l’accredito dei contributi obbligatori e figurativi, nonché gli altri valori per il calcolo delle contribuzioni dovute in materia di previdenza e assistenza sociale per i lavoratori dipendenti iscritti alle gestioni private e pubbliche. Vengono definiti, inoltre, i minimali di retribuzione 2020 da applicare alle diverse categorie di lavoratori, tra cui quelli iscritti al Fondo Volo e al settore pesca, nonché ai lavoratori dello spettacolo e agli sportivi professionisti e i massimali contributivi per i direttori generali, amministrativi e sanitari, delle aziende sanitarie locali e delle aziende ospedaliere del settore pubblico.

  • Assegno per il nucleo familiare: rinvio nuova modalità di gestione
    on 28 Gennaio 2020 at 07:00

    Il messaggio 24 gennaio 2020,n. 261 conferma le indicazioni fornite dalla circolare INPS 22 marzo 2019, n. 45 sulle nuove modalità di presentazione della domanda di assegno per il nucleo familiare (ANF) per i lavoratori dipendenti di aziende private non agricole e per i loro datori di lavoro. L’avvio della nuova modalità di gestione è posticipato al periodo di competenza aprile 2020.

Le news del giorno dirattamente sulla tua email

Vuoi essere aggiornato sulle ultime novità in campo di previdenza ed assistenza sociale?

Iscriviti alla nostra newsletter. Riceverai periodicamente le news di tuo interesse, direttamente sulla tua e-mail!








Assistenza pratiche

Richiedi maggiori info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne permetti il loro utilizzo ... maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi