Home Servizi Danni da lavoro e Salute​

Patronato INPAS: assistenza pratiche danni da lavoro e alla salute

Assistenza patronato per pratiche da danni da lavoro ed alla salute
Il servizio di assistenza alle pratiche relative ai danni da lavoro e alla salute (infortunio o malattia professionale), offerte dal Patronato INPAS, sono tese ad ottenere prestazioni erogate per la maggior parte dei casi dall’ INAL. A lato trovi tutte le tipologie di pratiche per le quali il nostro patronato ti offrirà assistenza. Se vuoi maggiori informazioni, contatta una delle oltre 200 sedi zonali che il Patronato INPAS ha in tutta Italia … qui recapiti ed indirizzi. I nostri uffici ti daranno tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Pratiche danni da lavoro ed alla salute

Per malattia professionale si intende una patologia la cui causa agisce lentamente e progressivamente
sull’organismo (causa diluita, e non causa violenta e concentrata, nel tempo) contratta nell’esercizio a causa della lavorazione alla quale è adibito il lavoratore.
PUÒ ESSERE PRESENTATO SIA COME PRIMA RICHIESTA CHE COME INTERVENTO INTEGRATIVO IN SEDE DI OPPOSIZIONE.

Si considera infortunio ogni evento avvenuto per causa violenta in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un’ inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale, ovvero un’ inabilità
temporanea assoluta che importi l’astensione dal lavoro per più di 3 giorni.

Con il termine di danno biologico si definisce una “compromissione lesiva” dell’integrità psico-fisica della persona, temporanea e/o permanente, suscettibile di accertamento e valutazione medico  – legale e risarcibile a prescindere dalle caratteristiche individuali e reddituali della persona colpita.
PUÒ ESSERE PRESENTATO COME PRIMA RICHIESTA O COME INTERVENTO INTEGRATIVO IN OPPOSIZIONE ANCHE CONTEMPORANEAMENTE AL RICONOSCIMENTO RENDITA.

Se l’ infortunio o la malattia professionale hanno provocato menomazioni permanenti, cioè un danno duraturo nel tempo, tale da  raggiungere il grado pari o superiore al 16% al lavoratore viene
corrisposto l’indennizzo in rendita.
PUÒ ESSERE PRESENTATO COME PRIMA RICHIESTA O COME INTERVENTO INTEGRATIVO IN OPPOSIZIONE.

Per adeguare nel tempo la misura della rendita / indennizzo alle effettive condizioni del lavoratore, il provvedimento con il quale è stato riconosciuto l’infortunio, la malattia professionale o il danno biologico,  è sottoposto a revisione.

La revisione può essere attiva se disposta dall’ INAIL o passiva se richiesta dall’ interessato.

Gli interventi hanno esito positivo solo con l’aumento del grado indennizzabile anche se non produce benefici economici.

Il riconoscimentoda parte della Commissione medica insediata presso gli Ospedali Militari/Ministero dell’Economia e Finanzedella dipendenza di una infermità o di una lesione da causa di servizio costituisce oggetto di un procedimento autonomo con il quale si tende ad accertare se esiste o meno una menomazione e se essa sia da attribuirsi o meno, secondo i criteri medico-legali, a causa di servizio.

La concessione dell’equo indennizzo costituisce un beneficio economico che lo Stato riconosce all’impiegato che, per infermità o lesione contratta per causa di servizio, sia gravato da una menomazione permanente della propria integrità psicofisica.

Si tratta, perciò, di un istituto distinto rispetto a quello della causa di servizio, ma comunque subordinato all’avvenuto riconoscimento della dipendenza da causa di servizio della infermità o lesione.

L’equo indennizzo viene, quindi, concesso al dipendente che per infermità o lesione contratta per causa di servizio, abbia subito una menomazione permanente dell’integrità psicofisica
ascrivibile ad una delle categorie di cui alla tabella A od alla tabella B allegate ad D.P.R. 834/1981 od alla normativa vigente all’epoca dei fatti in esame.

La legge 210/ 1992 prevede un riconoscimento economico a favore di soggetti danneggiati da complicazioni insorte a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni di sangue od emoderivati, che ne facciano richiesta, corredata da documentazione, all’ ASL di residenza.
(IN ATTESA DI ULTERIORI INDICAZIONI MINISTERIALI RELATIVAMENTE AL RICONOSCIMENTO DELLA AFFEZIONE DAI SOLI EMODERIVATI O ANCHE DALLE ALTRE CAUSE)

Ai lavoratori affetti da silicosi o da asbestosi che per l’esecuzione di cure o di accertamenti diagnostici debbono astenersi dal lavoro viene corrisposto, durante il periodo di astensione, un assegno giornaliero nella misura corrispondente alla indennità temporanea assoluta.

L’ INAIL provvede all’erogazione diretta di prestazioni sanitarie quali le cure ambulatoriali presso le sedi INAIL.

Per “prime cure ambulatoriali” si intendono le prestazioni di cure mediche e chirurgiche, diagnostiche e strumentali praticabili a livello ambulatoriale, di cui gli infortunati sul lavoro e i colpiti da malattia professionale necessitano, durante il periodo della inabilità temporanea assoluta, che segue l’infortunio o l’insorgenza della malattia professionale, dopo la dimissione, il Pronto Soccorso Ospedaliero o dopo la prima visita presso altro centro medico.

Il lavoratore infortunato o affetto da malattia professionale – sia durante il periodo di inabilità temporanea, sia dopo la costituzione della rendita e fino alla scadenza dei termini di revisione – può
usufruire di cure idrofangotermali e di soggiorni climatici se, a seguito di giudizio medico, possa trarne beneficio in relazione alle lesioni conseguenti all’infortunio sul lavoro o alla malattia professionale.

L’ INAIL eroga dispositivi tecnici, ausili, sistemi tecnologici ed informativi ed interventi di sostegno per il reinserimento nella vita di relazione al fine di ottenere il massimo recupero possibile dell’ autonomia, la valorizzazione delle risorse psico-fisiche, il miglioramento della qualità della vita, l’accessibilità e la facilitazione del reinserimento nell’ambito familiare, sociale e lavorativo.

Il rimborso dei medicinali è una prestazione di natura economico-sanitaria che l’ INAIL eroga ai lavoratori infortunati e/o affetti da malattia professionale, a determinate condizioni, come rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di farmaci necessari al reinserimento socio-lavorativo e al miglioramento dello stato psicofisico.

Quest’ ultimo deve essere connesso alla patologia causata dall’evento lesivo assicurato e di cui il lavoratore è stato vittima.

La richiesta assegno incollocabilità grandi invalidi è una prestazione economica erogata mensilmente dall’ INAIL agli invalidi del lavoro che si trovino nell’impossibilità di fruire dell’assunzione obbligatoria, adeguatamente certificata dal centro medico legale della sede competente.

Per i lavoratori infortunati o affetti da malattia professionale, convocati dall’Istituto fuori residenza per accertamenti medici, cure o per pratiche amministrative, è previsto il rimborso delle spese di viaggio ed il pagamento di una diaria di misura diversa se l’assenza comporta o meno il pernottamento.

  • Riconoscimento pensione privilegiata (P.I.)
  • Riconoscimento rendita a superstiti di titolare di rendita;
  • Riconoscimento rendita a superstiti di non titolare di rendita;
  • Riconoscimento causa di servizio
  • Riconoscimento affezioni da emoderivati
  • Revisione quinquennale dell'equo indennizzo
  • Quota integrativa rendita con decorrenza successiva
  • Ricaduta stato di inabilità assoluta temporanea
  • Domanda riscatto rendita agricola (art. 220 T.u.)
  • Reintegrazione rendita a superstiti (art. 85, 2° comma)
  • Richiesta integrazione rendita
  • Riconoscimento postumi grado non indennizzabile
  • Richiesta tripla annualità a superstiti (art. 85, p. 1 T.U.)
  • Richiesta assegno assistenza personale continuativa
  • Richiesta liquidazione in capitale della rendita
  • Riconoscimento stato di handicap di inidoneità al servizio
  • Pensione di guerra, indennizzi e tabellari dirette

    Feed has no items.

Richiedi maggiori informazioni

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne permetti il loro utilizzo ... maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi